25.6 C
New York
domenica, Giugno 23, 2024

Buy now

A cosa serve il taschino dei jeans?

Comodi, versatili e facili da indossare, i jeans sono di gran lunga tra i capi di abbigliamento più amati in ogni stagione. Sebbene indossati da milioni di persone in tutto il mondo, pochi conoscono il vero uso del taschino applicato a questo capo. Scopriamo insieme perché i jeans hanno un piccolo taschino davanti?

Perché i jeans hanno un piccolo taschino?

I jeans hanno una storia di due secoli alle spalle. Sono stati creati nella seconda metà del 19° secolo da Jacob Davis e Levi Strauss, diventando oggi un capo di abbigliamento popolare per tutte le età. Il “compleanno” dei jeans è il 20 maggio 1873, quando ai due viene concesso il brevetto per creare tute per contadini e minatori. Il termine “blue-jeans” deriva dal francese “bleu de Genes“, che si traduce come “Genova blue“, un tessuto di lana e cotone.

taschino-denim
Orologio da taschino jeans

Il ruolo del taschino è stato svelato dalla stessa azienda che ha la storia più lunga nella produzione di pantaloni jeans, Levi Strauss. Sembrerebbe che l’idea di attaccare il taschino sia stata proprio degli ideatori, che si basavano su un‘esigenza comune del 19° secolo, quando i  cowboy indossavano l’orologio da taschino con una catena, e lo riponevano nel panciotto.

Così il più antico paio di jeans risalente al 1879 venne creato con una piccola tasca nella parte anteriore apposta per riporre gli orologi da taschino. L’oggetto che indica il tempo aveva il suo posto e stava al sicuro. In seguito gli anni passarono e il mondo cambiò tanto che il taschino iniziò ad essere utilizzato per riporre temporaneamente monete o vari gioielli di valore.

Oggi il taschino ha molti altri usi

Nel corso del tempo, gli orologi da tasca sono quasi scomparsi, con le persone che hanno optato per orologi da polso o altri metodi per sapere l’ora, come i telefoni cellulari.

E poiché i gadget sono troppo grandi per stare in questa piccola tasca, ogni uomo ne ha trovato un altro uso. Ad esempio, alcune persone conservano monete, batterie, USB, accendini e molti altri piccoli oggetti che considerano preziosi.

“I primi jeans avevano quattro tasche, una dietro e due davanti, più quella piccola usata per gli orologi. Fu introdotto come protezione per gli orologi da taschino, ma nel tempo ha avuto diverse funzioni, trasportando preservativi, monete o biglietti”, informa l’azienda Levi Strauss.

L’utilità dei rivetti sui jeans

I rivetti per jeans sono i piccoli elementi metallici di fissaggio, posti in punti come le tasche posteriori e anteriori evitando che queste si strappino. Inizialmente i jeans venivano indossati dalla classe operaia che era esposta a un duro lavoro fisico e le tasche si strappavano quasi subito. Il problema è sorto dopo che i lavoratori hanno iniziato a lamentarsi del fatto che avevano bisogno di quelle tasche, ma le cuciture si staccavano troppo rapidamente.

Nel 1871, Jacob Davis, sperimentò sul tessuto in jeans che aveva brevettato con il suo socio, Levi-Strauss, un tipo di supporto in rame per rinforzare le cuciture intorno alle tasche: il rivetto. Il brevetto di questa invenzione fu depositato da Levi-Strauss e nacquero così, a tutti gli effetti, i rivetti per jeans come li conosciamo oggi. 

bottoni-tasche-jeans
Rivetti

 

curiosità correlate

Stay Connected

0FollowerSegui
0IscrittiIscriviti

Ultime curiosità