23.4 C
New York
venerdì, Luglio 19, 2024

Buy now

Chi ha inventato la Coca-Cola?

Sebbene la Coca-Cola sia la bevanda analcolica preferita da molte persone, non tutti sanno come questa sia apparsa e chi è l’inventore. Si scopre che inizialmente fu brevettata come medicinale, poi trasformata in una bevanda popolare attraverso impressionanti tattiche di marketing, Coca Cola è diventata la bevanda più consumata al mondo e domina il mercato delle bevande analcoliche in oltre 200 paesi, servendo 1,8 miliardi di bevande al giorno.

Invenzione della bevanda più popolare del mondo

coca cola
Pemberton, il fondatore della Coca Cola

L’inventore della famosa bevanda analcolica è il farmacista statunitense, John Pemberton, l’8 maggio1886 ad Atlanta in Georgia. Pemberton combatté nella guerra civile negli Stati Uniti e divenne dipendente dalla morfina a causa del dolore causato dalle sue ferite. Così, volendo liberarsi di questa dipendenza, John inventò la famosa bevanda analcolica. Dopo la guerra, il l’uomo iniziò a fare esperimenti con la cocaina (la pianta da cui la cocaina fu ottenuta in seguito). Pemberton mescolò l’estratto di coca con noci di cola e così creò lo sciroppo per la Coca-Cola.

Fu Fran Robinson, il contabile del Dr. Pemberton a coniare il nome del marchio. Robinson mantenne i nomi di due degli ingredienti della bevanda, foglie di coca e noci di cola e la chiamò Coca Cola. Credeva che le due “C” dell’ormai famoso logo fossero buone dal punto di vista del design.

La droga Coca-Cola

medicinale coca colaInizialmente, la bevanda fu messa sul mercato per scopi medicinali. Il primo nome che venne dato alla bevanda fu “Pemberton’s French Wine Coca”. Continuando a lavorare su questa formula, Pemberton produsse un’alternativa analcolica nel 1886 che mischiò accidentalmente con acqua frizzante. Incuriosito dalla sua scoperta, decise di vendere questa formula non coccola come “bevanda gassata”.

Sebbene la Coca-Cola sia stata un vero successo, Pemberton non è stato in grado di sfuggire alla sua dipendenza dalla morfina con il suo aiuto. Così, a causa del costo di questa dipendenza, John Pemberton finì per vendere i diritti alla Coca-Cola e parte della compagnia ad Asa Candler, che non solo ha cambiato alcuni degli ingredienti originali, ma ha anche migliorato il processo di produzione, che a sua volta ha migliorato il suo sapore.

Coca-Cola, “bevanda nazionale”

coca cola
L’evoluzione delle bottiglie Coca Cola

Poiché Pemberton credeva che la sua invenzione sarebbe diventata una bevanda nazionale, rimase in una certa misura il proprietario. L’inventore della famosa bevanda analcolica sperava di lasciare l’azienda a suo figlio. Tuttavia, suo figlio Charley voleva solo ottenere denaro il più rapidamente possibile, e nel 1888 prima di morire, John Pemberton vendette ciò che rimaneva dei suoi diritti ad Asa Candler. 

Affetto da cancro allo stomaco, Pemberton morì nel 1888. A quel tempo era ancora dipendente dalla morfina. L’autore di “For God, Country and Coca-Cola – The History of the Great American Soft Drink and the Company That Makes It” è Mark Pendergrast e sostiene che anche il figlio dell’inventore della Coca-Cola ha sofferto di abuso di sostanze. Era un appassionato di alcol e un grande consumatore di oppio. Charley morì appena sei anni dopo suo padre. Tuttavia, sotto la guida del magnate americano Asa Griggs Candler, la società Coca-Cola divenne la Coca-Cola Corporation, ovvero il più grande produttore di bevande analcoliche al mondo.

lattina CocaFino al 1895, la Coca Cola era venduta in ogni stato degli Stati Uniti. Ora avevano stabilimenti in altre città come Chicago e Los Angeles. Nel 1899, iniziarono ad esportare a Cuba e nel 1901 in Europa. Nel 1927 la Coca-Cola viene importata in Italia. Nel 1960 apparve la prima Coca-Cola in lattina e 20 anni dopo quella in bottiglia PET. La bibita è la bevanda per eccellenza nei fast food di tutto il mondo.

curiosità correlate

Stay Connected

0FollowerSegui
0IscrittiIscriviti

Ultime curiosità