25.6 C
New York
domenica, Giugno 23, 2024

Buy now

Chi ha trovato il relitto del Titanic?

Conosciamo tutti l’affascinante storia del Titanic, il transatlantico di lusso e del suo naufragio, ma pochi sanno che è stato “perso” per decenni da qualche parte sul fondo dell’acqua. Dopo quanto tempo e chi ha scoperto il relitto del Titanic? 

Le discussioni sulla ricerca del relitto del RMS Titanic iniziarono pochi giorni dopo l’affondamento della nave il 15 aprile 1912. Tuttavia, dati i limiti della tecnologia allora disponibile, non furono fatti seri tentativi fino alla seconda metà del 20° secolo.

Chi ha scoperto il relitto del Titanic e quando?

Nell’agosto 1985, Robert Ballard guidò una spedizione franco-americana a bordo della nave da ricerca Knorr della US Navy. La ricerca è stata in parte un test dell’Argo, una slitta sommergibile di 5 metri dotata di una telecamera telecomandata in grado di trasmettere immagini dal vivo a un monitor. Il sommergibile è stato inviato a circa 4.000 metri sul fondo dell’Oceano Atlantico, inviando il video a Knorr. Dopo una settimana di ricerche infruttuose, alle 12:48 di domenica 1º settembre 1985, a 73 anni di distanza dall’affondamento, furono registrate le prime immagini subacquee del Titanic mentre venivano scoperte le sue gigantesche caldaie.

In che condizioni è stato ritrovato?

Il filmato successivo mostrava la nave che giaceva nella sua posizione normale in due pezzi. Mentre la prua poteva essere facilmente identificata, la poppa era gravemente danneggiata. Il relitto era ricoperto da formazioni simili a stalattiti color ruggine. Diversi scienziati, tra cui lo stesso Robert Ballard, ritengono che le visite umane al relitto stiano accelerando il processo di degrado della nave. Il Titanic, situato a circa 41°43′57′′ N, 49°56′49′′ W (prua), a circa 24 chilometri dalla posizione indicata nei suoi segnali di soccorso.

Il Titanic rimarrà un simbolo

Innumerevoli interpretazioni e analisi del disastro che ha coinvolto il Titanic hanno trasformato la nave in un’icona culturale. Oltre ad essere stata oggetto di numerosi libri, la nave ha ispirato vari film, in particolare Titanic (1997) il film di successo di James Cameron.

Tra la fine del XX e l’inizio del XXI secolo, i manufatti della nave costituirono la base

Belfast-Titanic
Museo Titanic Belfast

di una mostra di grande successo che fece il giro del mondo e si sviluppò un’attività redditizia che portò i turisti al relitto del Titanic. Tuttavia, molti si sono opposti alla rimozione degli oggetti, e la questione è diventata molto controversa, complicata anche dal fatto che il relitto si trova in acque internazionali e quindi fuori dalla giurisdizione di qualsiasi Paese.

Diversi musei dedicati alla nave attirano migliaia di visitatori ogni anno; nel 2012, per commemorare il 100° anniversario dell’affondamento della nave, Titanic Belfast è stato aperto sul sito dell’ex cantiere navale Harland and Wolff ed è diventato una delle attrazioni turistiche più famose della città. Sebbene il relitto del Titanic alla fine si deteriorerà sempre di più, il famoso transatlantico di lusso sembra improbabile che svanisca dall’immaginazione pubblica.

Curiosità sul Titanic:

  • Ci sono voluti 26 mesi per costruire il Titanic;
  • L’ancora principale della nave pesava 16 tonnellate ed era trasportata da 20 cavalli;
  • Violeta Constanza Jessop è stata una dei passeggeri sopravvissuti al naufragio. Solo un anno prima, lei, impiegata come cameriera su un’altra nave, la RMS Olympic si era scontrata con una nave da guerra britannica HMS Hawke. Nel 1916, quattro anni dopo l’affondamento del Titanic, Violeta Constanza Jessop era a bordo della HMHS Britannic, una nave che investì una mina marina. La nave affondò, ma la cameriera riuscì di nuovo a salvarsi;
  • Masabumi Hosono era l’unico passeggero giapponese sul Titanic. Sopravvisse all’affondamento della nave, travestendosi da donna, ma fu considerato un codardo e perseguitato nel suo paese natale dall’opinione pubblica e persino dal governo giapponese per essersi salvato;
  • Per Charles Joughin, il capo panettiere del Titanic, fu proprio l’alcool a salvargli la vita. Prima di immergersi, si ubriacò molto e riuscì così a sopravvivere per 2 ore nell’acqua gelida fino a quando non venne salvato;
  • Tra le cose recuperate dal relitto del Titanic, c’è un violino che è stato venduto per 1,7 milioni di dollari nel 2013 a un’asta nel Regno Unito di Gran Bretagna, scrive eu.usatoday.com

curiosità correlate

Stay Connected

0FollowerSegui
0IscrittiIscriviti

Ultime curiosità