30.8 C
New York
sabato, Giugno 22, 2024

Buy now

Da dove prendono il nome i mesi dell’anno?

I mesi dell’anno hanno origini latine. La divisione del tempo in stagioni, mesi, settimane e giorni è una pratica antichissima, che affonda le radici alle origini delle prime civiltà umane. Il calendario è un sistema di misurazione del tempo utilizzato per lunghi periodi e basato principalmente su una successione di attività legate alle stagioni dell’anno, come il tempo di raccolta dei diversi alimenti. I calendari erano strutturati attorno alle fasi lunari, come in quello musulmano, o secondo il sole come facevano nell’antico Egitto. È uno strumento che accompagna l’uomo da molto tempo, essendo il più antico calendario trovato risalente all’8.000 a.C. e misurando il tempo sia dalla Luna che dal Sole.

Origine dei 12 mesi dell’anno

Il calendario che è sopravvissuto fino ad oggi, come quasi tutto, è ereditato dal potente impero romano. Originariamente, il calendario iniziale di Roma era diviso in soli 10 mesi e non coincideva con i cicli astronomici. Fu Numa Pompilio, il secondo re di Roma (715-672 a.C.), che adattò il calendario all’anno solare secondo il modello egiziano e aggiunse i restanti 2 mesi.

Da quando Roma ne fece il suo calendario ufficiale, il modello composto da dodici mesi si diffuse in tutta Europa e fu utilizzato fino al XV secolo, quando il calendario gregoriano fece il suo ingresso. I nomi che i romani usavano per designare i mesi dell’anno hanno la loro origine in dei, imperatori o numeri, e questi sono stati conservati nelle lingue inglese, spagnola, francese, italiana e portoghese.

I nomi dei mesi dell’anno

nome gennaio
Giano

Questo è stato il primo mese che doveva essere aggiunto. Il suo antico nome era Ianuroin onore del dio “Giano”, in latino “Ianus” che era il protettore di porte e ingressi. Questa divinità era rappresentata con una verga e una chiave. A causa della necessità di organizzare la sua strategia, l’inizio dell’anno è andato da marzo a gennaio. Ianus è raffigurato con due volti, uno che guarda al passato e l’altro al futuro. Numa aveva stabilito che questa mensilità avesse 29 giorni, ma secondo il calendario gregoriano istituito nel 1582, al giorno d’oggi è uno dei sette mesi che contano 31 giorni;

Deriva dalla parola latinafebruare” ovvero “purificare”. Questo mese prende il nome da un’antica festa romana di purificazione chiamata Februalia onore del dio etrusco Februus e della dea romana Febris. Sempre per decisione del re Numa, febbraio fu il secondo mese dell’anno e gli furono affidati 28 giorni;

Marzo era il primo mese dell’antico calendario e si chiama così perché prende il nome dal dio romano della guerra, Marte. Questo era il periodo dell’anno per riprendere le campagne militari che erano state interrotte dall’inverno. Nonostante tutte le varie riforme, a questo mese gli furono dati sempre assegnati 31 giorni. inoltre è il mese che segna la fine dell’inverno e prevede l’equinozio di primavera;

Ci sono tre teorie sull’origine del nome di questo mese. Alcuni dicono che abbia preso il nome da una parola romana per “secondo” – aprilis – poiché era il secondo mese dell’anno romano. Altri sostengono che derivi da “aperire”, parola latina che significa “aprire”, perché rappresenta l’apertura di boccioli e fiori in primavera. Altri pensano che aprile prenda il nome dalla dea greca Afrodite;

La primavera è in piena fioritura per i romani a maggio, e questo mese prende il nome da Maia, una dea latina dell’abbondanza e della fertilità vegetale;

Questo mese prende il nome da Giunone, moglie di Giove, l’antica dea romana del matrimonio e della fecondità. Inoltre giugno è anche il primo mese estivo, composto da 30 giorni;

Questo mese era chiamato Quintilis, la parola romana per “quinto”, poiché era il quinto mese dell’anno romano. Fu poi cambiato in luglio, in latino “Iulius” dal sovrano del mondo romano, Giulio Cesare, che si dedicò questo mese;

Inoltre, questo mese fu chiamato per la prima volta Sextillia, la parola romana per “sesto”, poiché era il sesto mese dell’anno romano. In seguito fu cambiato in agosto dall’imperatore Augusto, e lo chiamò per se stesso;

Come all’inizio occupava il settimo posto (Settembre, in latino), ha mantenuto la sua denominazione originale nonostante sia passato al nono posto. Diverse scene di raccolta rappresentano questo mese, dedicato al dio Vulcaniano;

In questo caso, ha anche mantenuto il suo nome originale dal tempo di Romolo, dal termine latino ottobre: ottavo. Sia la raccolta che la semina, compiti del tempo che segna, servivano a simboleggiarlo;

Mentre la sua denominazione ha resistito da quando ha occupato il nono posto (novembre), i suoi giorni hanno subito cambiamenti, inizialmente ne aveva 29, fino all’arrivo di Augusto, che li ha lasciati 30. Deriva dal termine latino, “Novermber”;

Nonostante sia in ultima posizione, è ancora noto per la decima posizione che occupava originariamente. Poiché i Romani collocavano due nuovi mesi nell’anno, i nomi dei mesi non hanno più senso. Se il nostro anno iniziasse a marzo come per gli antichi romani, dicembre sarebbe ancora il decimo mese. Il termine latino di provenienza era “decem“. Inoltre in questo periodo si assiste al solstizio d’inverno ed è dedicato anche alle feste natalizie.

curiosità correlate

Stay Connected

0FollowerSegui
0IscrittiIscriviti

Ultime curiosità