25.6 C
New York
domenica, Giugno 23, 2024

Buy now

Dove verrà costruita la prima città galleggiante?

La prima città galleggiante del mondo è in costruzione a breve distanza dalle Maldive. La città avrà case, negozi, ristoranti, persino scuole e ospiterà 20.000 residenti. Le prime persone che potranno trasferirsi qui potranno farlo dal 2024. La città galleggiante non è solo un esperimento, ma una vera e propria necessità, nata da un orizzonte drammatico: l’innalzamento del livello del mare.

Male-Maldive
Male, la capitale delle Maldive

L’angolo più popoloso di questo paradiso è la sua capitale, Male. Sulla sua superficie di 5,79 chilometri quadrati vive un numero record di persone: ufficialmente 133.000 abitanti, e ufficiosamente il numero è più alto. Questa è una delle città densamente più popolate del pianeta, motivo per il quale c’è una catastrofica mancanza di spazio.

Tuttavia, il sovraffollamento è solo una parte del problema. Ciò che preoccupa veramente il Governo delle Maldive è l’innalzamento delle acque. Si ipotizza infatti che a causa del riscaldamento globale, entro il 2050, le Maldive potrebbero essere sommerse dall’acqua e diventeranno inabitabili. Attualmente sono ad un’altitudine di meno di un metro sopra il livello dell’Oceano.

La città che salverà la popolazione delle Maldive

Così, le autorità delle Maldive hanno iniziato a cercare nuove soluzioni per salvare il loro paese. L’unica opzione possibile qui è la costruzione di città galleggianti. Ecco perché, per le autorità locali, questo non è un progetto progettato solo per attirare turisti bensì un bisogno urgente per le prossime generazioni di maldiviani.

Le società olandesi Waterstudio e Dutch Docklands nei Paesi Bassi stanno lavorando a questo progetto, dato che hanno già implementato diversi “progetti galleggianti” nel loro paese d’origine. Naturalmente, nessuna delle opere precedenti può essere paragonata su una scala c

progetto-città-galleggiante
Dettaglio del progetto Maldives Floating City

on la città galleggiante delle Maldive.

Maldives Floating Cityì è il primo progetto di sviluppo per una nuova era, qui si trasferiranno 20 mila residenti e somiglierà ad un corallo, con file di edifici disposte ad esagono, come dei giganteschi nidi d’ape, inoltre la città sarà composta di tre aree: il quartiere, il villaggio e la città, estendendosi per circa 200 ettari. 

È qui che le prime case hanno già iniziato ad apparire, e in un anno e mezzo potrebbero apparire anche i primi abitanti. Bene, molte unità sono praticamente pronte e i primi residenti potranno trasferirsi all’inizio del 2024, mentre la città stessa con tutte le infrastrutture sarà ufficialmente conclusa entro la fine del 2027.

Costruzione della prima città galleggiante

Per quanto riguarda l’impatto ambientale nella costruzione della città galleggiante: “è stato rigorosamente valutato da esperti locali di coralli e approvato dalle autorità governative prima dell’inizio della costruzione”, ha spiegato alla CNN, Koen Olthuis, fondatore di Waterstudio.

In fondo, vicino alla fondazione, c’è un’enorme quantità di barriere coralline, molto utile, in quanto crea un terrapieno naturale. Le barriere coralline saranno in grado di stabilizzare tutti gli edifici, e questo ridurrà l’inclinazione degli edifici e, quindi, i rischi di mal di mare. Per quanto riguarda i coralli stessi, non saranno interessati: verranno create spiagge coralline artificiali sott’acqua, che stimoleranno la crescita di una barriera corallina naturale.

La città galleggiante dovrebbe diventare completamente autosufficiente, con tutte le infrastrutture sviluppate: scuole, banche, uffici amministrativi e centri commerciali. È qui che dovrebbero emergere intere aree residenziali e l’elettricità sarà generata da fonti rinnovabili: l’energia solare. Anche gli impianti di trattamento delle acque sono pensati in modo più dettagliato: tutti gli scarichi saranno puliti, trasformandosi in fertilizzanti per la vegetazione locale. Un vero villaggio con tutti i confort necessari, costruito nel massimo rispetto dell’ambiente e del mare. E questa è solo una città che ospiterà una piccola percentuale di maldiviani.

Con l’inizio dei lavori, sono state aperte anche le vendite. Si possono acquistare lotti a partire da 250mila dollari (poco più di 200 mila euro), per un’abitazione di circa 300 metri quadrati, con terrazza sul tetto e l’immancabile vista mare.

Maldive-città
Dettagli del progetto Maldive Floating City

curiosità correlate

Stay Connected

0FollowerSegui
0IscrittiIscriviti

Ultime curiosità