30.8 C
New York
sabato, Giugno 22, 2024

Buy now

Il latte degli ippopotami è davvero rosa?

L’ippopotamo femmina dà alla luce un cucciolo una volta ogni due o tre anni. Prima e dopo la nascita, si isola per un periodo di tempo da 10 a 44 giorni con il suo cucciolo. La madre quindi allatta il feto per 8 mesi, si siede accanto ad esso per i primi anni e lo protegge. Come altri mammiferi, gli ippopotami femmina nutrono i loro bambini con il proprio latte. Ciò che è diventato virale negli ultimi anni è stata l’affermazione che il latte di ippopotamo è rosa. Ma quest’affermazione è vera?

Il latte degli ippopotami

latteCome tutti i mammiferi, gli ippopotami producono per la loro prole, che è di colore bianco o quasi bianco. Nonostante questo, c’è ancora confusione sul colore del latte di ippopotamo. Nel 2013, la pubblicazione National Geopraphic ha riferito sui social media online che gli ippopotami producono latte rosa. Da quel momento, l’affermazione ha continuato a stupire ed affascinare le persone di tutto il mondo, anche se non è del tutto vera. 

Il motivo per cui alcuni ricercatori sostengono l’idea che il latte sia rosa è perché l’ippopotamo secerne due tipi di acidi unici chiamati “acido iposudorico” e “acido norhipposudorico”. Il primo ha un colore rossastro ed è spesso noto come “sudore di sangue”, anche se non è né sangue né sudore, secondo Safaris Africana. Quest’ultimo è arancione brillante. Entrambi gli acidi sono abbastanza forti da ridurre al minimo la crescita dei batteri sulla pelle dell’ippopotamo. Questi acidi agiscono anche come protezione solare per la pelle degli ippopotami, poiché assorbono i raggi UV che distruggono le cellule della pelle.

Quando la secrezione appare sul corpo dell’ippopotamo, è incolore, ma reagisce alla luce solare trasformandosi in un colore arancione rossastro brillante, da cui il termine “sudorazione del sangue”. Dopo alcune ore, il liquido cambia nuovamente colore in marrone sporco.

latte ippopotamo Per tutto questo tempo, quando le secrezioni degli ippopotami sono di colore rossastro, è possibile che una parte di mescoli con il latte, dandogli così una tinta rossastra. Sebbene sia possibile, sarebbe abbastanza improbabile, dato che i cuccioli di ippopotamo sono molto bravi ad allattare al seno.

La teoria del latte rosa continua a diffondersi

Non è possibile confermare se questi due liquidi possono davvero combinarsi, dato che è incredibilmente difficile avvicinarsi a questi animali durante l’allattamento. Le femmine possono attaccare rapidamente durante la gravidanza o quando si prendono cura dei loro cuccioli. Quindi, non molti oserebbero avvicinarsi a una madre di 1.300 libbre solo per dare un’occhiata al colore del latte.

Curiosità sugli ippopotamo

  • Prima e dopo il parto, l’ippopotamo femmina si isola per diverse settimane per trascorrere del tempo da sola con il suo bambino;
  • Nonostante abbiano una certa somiglianza fisica con i maiali, gli ippopotami sono attualmente i parenti più stretti di balene e cetacei. Gli scienziati ritengono che la sua origine risalga a 55 milioni di anni fa. Il più antico fossile di ippopotamo risale a 16 milioni di anni fa;
  • Gli ippopotami partoriscono sott’acqua dopo un periodo di gestazione di otto mesi;
  • La prima cosa che fa un ippopotamo appena nato è nuotare in superficie per il suo primo respiro;
  • Nonostante le loro grandi dimensioni, sono animali molto veloci, che possono raggiungere i 30 chilometri all’ora su percorsi brevi. Gli ippopotami sono uno dei mammiferi più aggressivi al mondo;
  • I cuccioli sono in grado di nutrirsi sott’acqua, respirando profondamente, chiudendo le orecchie e le narici e avvolgendo strettamente la lingua attorno a uno dei due capezzoli situati tra le zampe posteriori della madre;
  • I cuccioli di ippopotamo iniziano a mangiare erba all’età di tre settimane, ma non vengono svezzati fino a otto mesi;
  • Una singola tazza di latte di ippopotamo contiene circa 500 calorie.ippopotami

curiosità correlate

Stay Connected

0FollowerSegui
0IscrittiIscriviti

Ultime curiosità