32.2 C
New York
sabato, Giugno 22, 2024

Buy now

In che modo il pancreas artificiale è efficace nel trattamento del diabete?

Il pancreas artificiale diventa un’opzione di cura anche per il diabete di tipo 2. Lo dimostrano i risultati dello studio eseguito dai ricercatori britannici che hanno testato con successo il pancreas artificiale e ne descrivono l’innovativo sistema. Il dispositivo, che utilizza un algoritmo dell’Università di Cambridge, ha dimezzato il tempo trascorso dai pazienti con alti livelli di zucchero nel sangue e aumentato il tempo trascorso nell’intervallo di glucosio target.

Il pancreas artificiale è stato creato per gestire il diabete

pancreasIn tutto il mondo vivono circa 415 milioni di persone con il diabete di tipo 2, che costa circa 760 miliardi di dollari in spesa sanitaria globale annuale. Secondo un comunicato, gli alti livelli di zucchero nel sangue sono una complicanza del diabete di tipo 2. Di solito, il rilascio di insulina regola i livelli di zucchero nel sangue, ma il diabete di tipo 2 interrompe la produzione dell’insulina. Questo può eventualmente portare a gravi problemi come malattie cardiache e danni ai reni, nervi e occhi.

I ricercatori del “Wellcome-MRC Institute of Metabolic Science dell’Università di Cambridge” hanno creato il pancreas artificiale che può aiutare a mantenere normali livelli di glucosio. Il sistema combina una pompa per insulina e un monitor del glucosio dal negozio con un’applicazione creata dai ricercatori chiamata CamAPS HX. Un algoritmo che controlla questo software prevede la quantità di insulina necessaria per mantenere i livelli di zucchero nel sangue entro l’intervallo desiderato.

I ricercatori hanno precedentemente dimostrato che le persone con diabete di tipo 1, dagli adulti ai bambini molto piccoli, possono essere aiutate da un pancreas artificiale controllato da un algoritmo simile. Inoltre, gli scienziati hanno testato con successo il gadget sui diabetici di tipo 2 che hanno bisogno di dialisi renale. Il gruppo riporta i risultati dello studio iniziale del dispositivo su una popolazione più ampia di persone con diabete di tipo 2 in un articolo pubblicato su Nature Medicine.diabete tipo 2

Pancreas 2.0

Questa nuova versione del pancreas artificiale per il diabete di tipo 1 è un sistema completamente autonomo, a differenza del pancreas artificiale utilizzato per il diabete di tipo 1, che richiede all’utente di notificare al dispositivo quando sta per mangiare in modo che il dispositivo possa modificare la loro insulina, per esempio. I ricercatori hanno reclutato 26 pazienti dalla Wolfson Diabetes and Endocrine Clinic dell’Addenbrooke Hospital.

I ricercatori hanno valutato le prestazioni del pancreas artificiale utilizzando diverse metriche. Il primo era la percentuale di tempo in cui i livelli di zucchero nel sangue dei pazienti erano nell’intervallo desiderato di 3,9-10,0 mmol / L. In media, i pazienti che utilizzavano pancreas artificiale trascorrevano il 66% del tempo nell’intervallo desiderato, rispetto al 32% per i pazienti che hanno ricevuto un farmaco di controllo. 

I risultati sono promettenti

pancreas artificialeIl tempo trascorso con livelli di glucosio nel sangue superiori a 10,0 mmol / L era un indicatore secondario. I livelli cronici elevati di glucosio aumentano la possibilità di conseguenze potenzialmente letali. In due terzi (67%) delle volte, i pazienti che ricevevano il farmaco di controllo avevano alti livelli di zucchero nel sangue; tuttavia, questo numero è stato dimezzato al 33% quando è stato utilizzato un pancreas artificiale, osserva Interesting Engineering.

“Molte persone con diabete di tipo 2 lottano per gestire i loro livelli di zucchero nel sangue utilizzando i trattamenti attualmente disponibili, come le iniezioni di insulina. Il pancreas artificiale può fornire un approccio sicuro ed efficace per aiutarli, e la tecnologia è semplice da usare e può essere implementata in sicurezza a casa “, ha detto la dott.ssa Charlotte Boughton, del Wellcome-MRC Institute of Metabolic Science dell’Università di Cambridge.

Attualmente il team ha presentato il dispositivo per l’approvazione normativa al fine di renderlo disponibile in commercio per i pazienti ambulatoriali con diabete di tipo 2.

curiosità correlate

Stay Connected

0FollowerSegui
0IscrittiIscriviti

Ultime curiosità