25.6 C
New York
domenica, Giugno 23, 2024

Buy now

Le gobbe dei cammelli contengono veramente acqua?

I cammelli sono animali molto affascinanti. Appartengono allo stesso genere dei dromedari, Camelidae, insieme ad alpaca, lama, guanaco e vigogna. Ciò che li differenzia maggiormente è la presenza di gobbe sul dorso: i cammelli ne hanno due mentre i dromedari ne hanno solamente una. Essendo originaria delle zone aride dell’Africa e dell’Asia, la particolarità successiva che solitamente viene raccontata fin da piccoli è che queste gobbe servono a immagazzinare acqua e quindi rimanere idratati nonostante le alte temperature, ma è vero?

Beh, non proprio. I cammelli, nelle loro gobbe, immagazzinano grasso. Così, nelle stagioni secche, quando il cibo è scarso, li aiutano a sopravvivere. Questo viene spiegato in un articolo su ‘Live Science‘ da Rick Schwartz, supervisore e portavoce dello zoo di San Diego. Quando il cibo è disponibile, i cammelli consumano abbastanza calorie per sviluppare quelle famose gobbe e sopravvivere a lunghi periodi di tempo quando il cibo scarseggia.

Le gobbe dei cammelli immagazzinano grasso

un cammello e un dormedario
Cammello e dromedario

Con la gobba “piena”, il cammello può andare fino a quattro o cinque mesi senza mangiare, e quando esauriscono il grasso le gobbe si svuotano come se fossero un palloncino sgonfio. Poi mangiano di nuovo abbastanza per gonfiarsi di nuovo e resistere a periodi di siccità. Tuttavia, bisogna precisare che non nascono con le gobbe, ma si sviluppano nel tempo. Di solito sono svezzati a quattro o cinque mesi e devono aspettare a circa 10 mesi o un anno perché queste gobbe appaiano finalmente.

Inoltre, Schwartz spiega che ci sono due specie di cammelli: i cammelli battriani (Camelus bactrianus), cioè quelli con due gobbe, che vivono in alcune parti della Cina occidentale e dell’Asia centrale. I cammelli arabi o dromedari (Camelus dromedarius) sono più comuni e, come abbiamo notato prima, hanno solo una gobba. Sebbene i primi abbiano una gobba in più, per quanto è noto ciò non significa che possano avere più accumulo di grasso e, quindi, possano sopravvivere più a lungo senza la necessità di nutrirsi.

Sebbene molti animali immagazzinino grasso intorno allo stomaco e ai lati, i cammelli “ingrassano” verticalmente. Una teoria popolare è che i cammelli hanno un callo sullo stomaco, poiché lo depositano direttamente nella sabbia, e se avessero grasso della pancia questo potrebbe rendere difficile per loro essere posizionati in questo modo. Un’altra ipotesi è che, essendo alto e stretto, con grasso immagazzinato sopra piuttosto che sui lati, sia meno esposto alla luce solare e al calore.

In realtà, non nascono con le gobbe, ma le sviluppano approssimativamente quando hanno dieci mesi o un anno.

cammelloE come fanno se non possono bere acqua per lunghi periodi di tempo? Ad esempio, possono bere fino a 114 litri di acqua contemporaneamente, espellono le feci secche per trattenerlo e i loro reni rimuovono efficacemente le tossine dall’acqua nel corpo per trattenere il più possibile. Possono anche raccogliere l’umidità da ogni respiro che espirano attraverso il naso. Questa incredibile capacità di cavarsela con meno acqua è, secondo Schwartz, il colpevole dietro il mito che immagazzinano acqua nelle gobbe.

Curiosità sui cammelli:

  • I peli folti di cammello riflettono la luce solare e proteggono questi animali dal caldo torrido;
  • I cammelli possono rimanere senza acqua per così tanto tempo, perché i globuli rossi nel loro sangue sono unici, grazie alla loro forma speciale, il sangue di cammello non perde la sua fluidità anche in caso di mancanza di umidità del corpo;
  • Nei paesi desertici e aridi, il loro latte è molto popolare, inoltre è più nutriente del latte vaccino. Allo stesso tempo, quasi non contiene lattosio;
  • Negli Emirati Arabi Uniti si svolgono corse di cammelli e i cavalieri non sono umani, ma robot, compatti e dotati di altoparlanti, in modo che il proprietario incoraggi il suo cammello.camel

curiosità correlate

Stay Connected

0FollowerSegui
0IscrittiIscriviti

Ultime curiosità