25.6 C
New York
domenica, Giugno 23, 2024

Buy now

Mangiare la mela con la buccia o senza?

Una mela al giorno toglie il medico di torno” è uno dei detti più noti in Italia, ma considerando le sue proprietà nutrizionali, sarebbe bene, utilizzarlo in ogni dove. La mela è indubbiamente un frutto delizioso e si può consumare in qualsiasi momento della giornata. È tra i frutti più consumati al mondo ed è ricca di vitamine A e C, di sali minerali (tra cui il calcio, il ferro, il potassio, il magnesio e infine il fosforo) e di fruttosio. Tra i frutti di stagione, la mela ha un ruolo di primaria importanza per via di una serie di caratteristiche che la rendono alleata preziosa della nostra salute. Ma è consigliato mangiare la mela con la buccia o senza?

La mela andrebbe mangiata sempre con la buccia. Un errore molto comune, quello di toglierla ancor prima di mangiarla.

Sbucciarla? Se è per paura di ingerire pesticidi, basterà disinfettare e pulire accuratamente la mela. Come? Lasciando il frutto in una ciotola con dell’acqua e bicarbonato di sodio, dopodiché, sarà sufficiente sciacquare la mela con un pò di acqua e potrà essere mangiata.

Le proprietà della buccia della mela

Grazie all’elevata presenza di vitamine e fibre, la buccia, aumenta il senso di sazietà e frena la fame nervosa, dal momento che la buccia contiene la pectina. La buccia inoltre, è ricca di tantissime sostanze antiossidanti preziose, tra cui quercetina, che protegge la memoria, allevia i disturbi respiratori o altre patologie degenerative.

Inoltre, è ricca di vitamina A, C e B che sono fondamentali per la salute e il sistema immunitario. La buccia contiene anche tantissime fibre, che svolgono un ruolo fondamentale per l’equilibrio intestinale, e infine, ma non per importanza, i “preziosi” triterpenoidi che, secondo alcuni studi, sono sostanze antitumorali.

Come riciclare la buccia di mela

Prima di utilizzare gli scarti delle mele, prima di tutto assicuriamoci della provenienza, poichè la maturazione di questo frutto prevede l’utilizzo dei cosiddetti “prodotti fitosanitari” o cere industriali, entrambi presenti (in modo particolare) nella buccia: prediligi, qualora fosse possibile, delle mele bio. Ecco come fare per riciclare la buccia:

Biscotti di mele

Chi non ama i biscotti alle mele? Non tutti però, sanno che le bucce possono essere riciclate. In che modo? Molto semplice, non dovrai far altro che:

  • Rompere due uova e lavorare il tutto con le fruste elettriche;
  • Aggiungere progressivamente 100 g di zucchero, prestando attenzione ad amalgamarlo in modo omogeneo;
  • Aggiungere 100 g di burro ammorbidito a temperatura ambiente fino a ottenere un miscuglio omogeneo;
  • Far passare attraverso un setaccio, 350 g di farina 00 e unirla alla miscela poco alla volta;
  • Aggiungere il lievito istantaneo/chimico per dolci già setacciato;
  • Tagliare alla julienne le bucce di due mele. Dopodichè mettile in un pentolino e rivestile con 50 g di zucchero fuso. Una volta fatto questo, unisci il tutto al tuo composto e mescola bene;
  • Crea delle palline e poi dei biscotti, stendili su una teglia ricoperta da una carta forno e cuocili per 20 minuti a 180 °C.

Chips di mela

Se ami sperimentare sempre nuove ricette, le chips di mela sono quello che fa per te: una ricetta facile da preparare, sfiziosa, veloce e senza sprechi. Come fare questo snack naturale e gustoso? Semplice: insaporisci le bucce di 2-3 mele con zucchero e cannella, dopodiché riponile su una vaschetta di metallo coperta da un foglio di carta forno e cucinale per 30 minuti a 150 °C: sentirai che bontà!

Frittelle con la buccia di mela

É una ricetta che non ha età, amata da grandi e piccini. Per prepararla, oltre alla buccia di mela, avrai bisogno di:

  • 250 g di farina;
  • 250 ml di acqua minerale gassata;
  • Sale;
  • Olio per friggere.

P.S.: ricordati di conservare la buccia in frigorifero dopo averla bagnata con del limone per non farla scurire.

E adesso passiamo alla preparazione vera e propria delle frittelle di mele: prepara l’impasto semiliquido di farina, acqua e sale. Mescola il tutto con estrema cura fino ad ottenere un miscuglio fluido ed omogeneo. Lascia riposare l’impasto per circa 30 minuti e, al termine di questi minuti, intingi la buccia di mela nella pastella per friggerla nell’olio bollente fino all’indoratura. Prima di servirle in tavola, insaporiscile con dello zucchero a velo.

Aceto di mele

Molto probailmente è un’idea che ti farà sgranare gli occhi e che di sicuro non avresti mai preso in considerazione. Ecco come fare l’aceto di mele in casa e cosa ti serve: tieni (a lungo) le bucce di mele in un litro d’acqua miscelata con del miele (possibilmente in un vasetto in vetro). Riprendi il composto dopo un mese: il liquido è stato filtrato e le bucce saranno solo un ricordo. Et voilà! Il tuo aceto di mele homemade è finalmente pronto!

Confettura di mela

Ultimo, ma non ultimo, un altro modo per “riciclare” le bucce di mela in cucina è fare la marmellata homemade. Come? Ecco la ricetta:

400 g di bucce;

Il succo di 2 limoni;

300 g di zucchero di canna;

1 cucchiaio di cannella in polvere ;

1,5 l di acqua.

Inizia mettendo in una casseruola metà parte di acqua e zucchero, più le bucce, cuocile fino a che non vedrai l’acqua evaporare. Dopodiché, senza spegnere la fiamma, aggiungi la restante metà di acqua e zucchero miscelando continuamente il tutto fino ad ottenere una consistenza densa e omogenea. A questo punto, togli la casseruola dal fuoco e aggiungi 1 cucchiaio di cannella in polvere.

Usi alternativi delle bucce di mele

Le bucce di mele possono essere utilizzate anche per altri usi e non solamente in cucina.

Profumatore per ambiente

Hai mai pensato di creare un profumatore alla mela con le bucce? È semplice e si devono seguire solo pochi passaggi.

In primis, devi far essiccare i torsoli e le bucce delle mele. Dopo questo primo passaggio, dovrai metterli in un sacchetto di stoffa assieme ai chiodi di garofano o se preferisci alla cannella. Infine, aggiungi un filo e appendilo nel punto in cui desideri che arrivi la fragranza..

Lozione idratante

Date le sue grandi proprietà antiossidanti, la mela è un toccasana nel settore della cosmesi. Se hai la pelle opaca e secca perchè non trasformi le bucce di mela in una lozione idratante? Dovrai semplicemente far bollire le bucce in 250 ml di acqua per 15 minuti. Dopodiché, dovrai filtrare e aspettare che si raffreddi prima di applicare nel viso la lozione idratante che hai ottenuto.

Pulizie

L’acido che contiene la buccia di mela può aiutarti a rimuovere ogni macchia che si è creata sull’alluminio. Ma non solo! Ti aiuta anche a mantenere le pentole e le posate lucide e pulite. Sicuramente ti starai chiedendo come fare. Giusto? È facilissimo! Procedi portando ad ebollizione i contenitori che devono essere puliti assieme alle bucce di mela e all’acqua per circa 20 minuti.

Curiosità: 1 mela al giorno

È un frutto prezioso per il proprio fabbisogno giornaliero. Nella dieta, la mela può essere consumata a colazione, come spuntino di metà mattinata, nel pomeriggio o dopo un pasto.

L’energia è fornita essenzialmente dai glucidi, dalle proteine e infine dai lipidi.

Una mela di 100 grammi, contiene 107 mg e se consumata senza eccedere, non vi è nessuna controindicazione e può essere consumata anche dai diabetici e dalle persone in sovrappeso.

Grazie per aver letto con noi “Mangiare la mela con la buccia o senza?”

curiosità correlate

Stay Connected

0FollowerSegui
0IscrittiIscriviti

Ultime curiosità