23.4 C
New York
venerdì, Luglio 19, 2024

Buy now

Perché i salmoni nuotano controcorrente?

Il salmone è un pesce che fa parte della famiglia dei salmonidi e vive in mari e fiumi, molto freddi. La specie più comune è quella del salmone atlantico, ed è tra i più pescati al mondo; la sua colorazione è generalmente scura, ma durante la riproduzione acquisisce dei bei colori vivaci. Ha un corpo affusolato e pinne ravvicinate che, offrendo meno resistenza alla corrente, gli permettono di nuotare controcorrente e ad alta velocità. Ma la domanda di oggi è… Perché i salmoni nuotano controcorrente?

Il salmone non nasce nelle acque del mare, ma nei torrenti e raggiunge il mare, quando ha circa due anni. Cresce in mare grazie all’abbondanza di plancton, aringhe e piccoli pesci, ma dopo quattro anni passati in acque salate, sente l’istinto di tornare a riprodursi nell’acqua dolce, dove è nato.
Il salmone raggiunge quindi la foce del fiume “contromano”, s’infila nelle sue acque, e difficilmente risale, nuotando controcorrente (pochi individui ci riescono) e poi…

…si riproducono e muoiono senza più forza, a causa del consumo di energia per il viaggio e la riproduzione.

I salmoni nuotano controcorrente per amore

La vita del salmone andrebbe scritta sui libri, potrebbe essere un soggetto letterario di non trascurabile importanza, dato il suo carattere non ordinario, che rasenta la stravaganza più totale. Il salmone ha un ciclo di vita, e quindi di riproduzione, assolutamente unico.
Questo animale, noto per la sua bontà a livello culinario, cresce diventando adulto nel mare. Da qui risale fino alle acque dei fiumi, in modo da garantire alla prole di nascere in acque serene e più ossigenate, come quelle dolci.

A volte risale di quasi 5.000 chilometri, e la cosa sensazionale è che depone circa 1.000 uova per chilogrammo del suo peso. Immaginate lo sforzo che fanno lungo il percorso, se considerate anche che l’incubazione delle uova, ha una durata che va dai due ai tre mesi.
Quando il salmone raggiunge finalmente il suo traguardo, è esausto, privo di ogni forza fisica, quindi non essendo più capace di nuotare, si lascia trasportare a valle, cioè verso il mare. È in questo momento che, spesso diventa vittima di predatori, come gli orsi, o arriva in luoghi secchi, e muore.

Fanno questo lungo viaggio, una o quattro volte nella vita. Il salmone va controcorrente, ma solo per garantire un’alta qualità della vita ai futuri piccoli non ancora nati. Ah l’amore materno!

Curiosità sui salmoni

  • Il salmone reale è la specie più grande tra tutte e raggiunge fino a 1,5 metri di lunghezza e un peso di quasi 60 kg.
  • I salmoni rosa sono i più piccoli, con una lunghezza massima di 80 centimetri e un peso di quasi 6 kg, anche se in media il loro peso oscilla tra 1,3 e 2,3 kg.
  • Le trote salmonate (Oncorhynchus mykiss) del Pacifico, a differenza di altri salmoni che vivono nell’oceano, sono in grado di ripetere la deposizione delle uova e non muoiono subito dopo.
  • I salmoni hanno diversi “superpoteri“, tra cui un forte senso dell’olfatto. Il salmone atlantico può sentire una goccia di odore (qualsiasi) in un’area equivalente a dieci piscine olimpiche!
  • Il salmone può assumere tre colori diversi, durante il corso della sua vita. La ragione di queste variazioni di colore è quella di attrarre una compagna con cui accoppiarsi per la riproduzione.
  • Alcuni scienziati sostengono che il salmone navighi usando il campo magnetico terrestre come bussola.

Grazie per aver letto con noi “Perché i salmoni nuotano controcorrente?”

curiosità correlate

Stay Connected

0FollowerSegui
0IscrittiIscriviti

Ultime curiosità