32.2 C
New York
sabato, Giugno 22, 2024

Buy now

Perché la colla non si attacca al suo tubetto?

Chi non ha usato la colla almeno una volta nella vita? Che sia in tubetto o in barattolo, è sicuramente il liquido che si attacca a quasi superficie in pochissimi secondi, tranne che al suo interno. Il solito adesivo, bianco o talvolta incolore, noto come super colla, è composto da una varietà di sostanze chimiche chiamate polimeri che aiutano il composto ad aderire a diverse superfici. Ma per quale motivo la colla non si attacca anche all’interno del suo tubetto?

Le reazioni chimiche della colla

La colla contiene acqua che agisce come un solvente che mantiene adesivo liquido fino a quando non si attacca. Quando la colla tocca una qualsiasi superficie, è esposta ad aria. Così, l’acqua evapora e esattamente in quel momento, la colla si asciuga e si indurisce. In questo modo, polimeri colla rendono il lavoro adesivo. Il processo è chiamato adesione meccanica.
Non c’è abbastanza aria all’interno del tubo per far evaporare l’acqua.

collaAffinché la colla possa svolgere la sua funzione ha bisogno di umidità per essere attivata, solitamente vengono prodotte in ambienti privi di aria e alla miscela vengono aggiunti stabilizzanti. Per il confezionamento vengono utilizzati contenitori di alluminio trattati con vernici antiaderenti o plastiche come il propilene o polietilene che hanno una struttura chimica la quale non favorisce l’adesione dei materiali alla loro superficie.

All’interno del tubo non c’è umidità, ma una volta che quest’ultimo viene aperto e il composto chimico entra in contatto con l’umidità relativa dell’aria, vengono attivate le molecole che conferiscono la sua capacità adesiva. Il processo chimico consiste fondamentalmente in monomeri che polimerizzano quando entrano in contatto con l’idrogeno nel vapore acqueo. La polimerizzazione converte la colla in un adesivo stabilendo potenti legami covalenti.

Chi ha inventato la colla?

Harry Coover
Harry Coover

Cianoacrilati è il nome generico per le sostanze utilizzate come adesivi a presa rapida. La storia di quest’adesivo nasce per caso nel 1942, durante la seconda guerra mondiale, quando gli scienziati di Eastman Kodak sperimentarono diversi prodotti chimici noti come cianoacrilati. Stavano cercando un modo per costruire palazzi di plastica trasparenti per le mitragliatrici, ma hanno scoperto che questa sostanza chimica si attaccava a tutto e la loro ricerca non andò a buon fine in quanto il materiale venne giudicato troppo appiccicoso.

Qualche anno dopo, nel 1951, il Dr. Harry Coover (1917-2011), uno degli scienziati, lavorava come ricercatore della Eastman Kosak e pensò che questi cianoacrilati super-appiccicosi potrebbero essere usati per fare un adesivo estremamente forte. Così insieme ad un collega di laboratorio, lo riscoprì e lo registrò con il nome di “Eastman 910” dopo averlo usato per incollare con successo due lenti di un rifrattometro.

Gli ingegneri Kodak notarono che a differenza di altre colle commercializzate in quel momento, la Super Glue non aveva bisogno di calore o pressione per assemblare le due superfici e che, inoltre, l’unione era molto resistente e immediata. Nel 1958 – 16 anni dopo la scoperta – la colla fu commercializzata, acquisendo presto un’enorme popolarità. Durante la guerra del Vietnam, i chirurghi la usavano in forma di spray per inibire il sanguinamento dalle ferite.super colla

curiosità correlate

Stay Connected

0FollowerSegui
0IscrittiIscriviti

Ultime curiosità