19.3 C
New York
sabato, Giugno 15, 2024

Buy now

Perché la mucca della milka è viola?

Milka è uno dei marchi di prodotti di cioccolato più riconosciuti in Europa. Fa parte dei top brand appartenenti alla società Mondelēz Internationa, che vende prodotti in 150 paesi del mondo, raggiungendo un fatturato annuo (2019) di 26 miliardi di dollari. Ma come mai la mucca rappresentata su tutti i prodotti Milka è viola?

Storia del cioccolato Milka

Nel 1825, Philippe Suchard avvia una pasticceria che portava il suo nome, vicino Neuchâtel, in Svizzera. Le barrette di cioccolato sono composte da tre ingredienti: fave di cacao, zucchero e uno speciale latte in polvere. Philippe Suchard è il primo ad utilizzare questo latte in polvere. Ha anche sviluppato e creato la sua macchina speciale che rende tutti gli ingredienti molto fini e meticolosi. La registrazione ufficiale del marchio “Milka” (derivato dai nomi tedeschi di Milch – latte e Kakao – cacao) avvenne nel 1901, nel registro dei nomi commerciali dell’Ufficio brevetti imperiale di Berlino. Con la registrazione del prodotto, le vendite delle tavoletta di cioccolato aumentarono notevolmente: già nel 1913 veniva prodotto 18 volte di più rispetto al 1890.

Fin dall’inizio, la confezione del cioccolato era viola. La stessa tonalità di viola che conosciamo ancora oggi, tutelato per legge se copre il 70% del totale degli imballaggi. Tentati di cercare spiegazioni complicate per la scelta del colore, potremmo perderci quella più semplice: il

Suchard-cioccolato-milka

 viola è un colore che spicca e che sicuramente attira l’attenzione del prodotto.

La mucca appare d’ora in poi sulla confezione, con un semplice messaggio: mucca significa latte, il cioccolato Milka contiene latte. Tuttavia, né la mucca né il pastore che l’accompagna occupano, inizialmente un posto centrale nell’insieme degli elementi presenti sulla confezione: per altri sessant’anni, l’enfasi in etichetta cade sul nome Suchard, scritto in grande e con lettere dorate.

E tra il 1930 e il 1960 il simbolo chiave di Milka, presente su tutti i mezzi pubblicitari, non è affatto una mucca, ma a un cane. Negli spot pubblicitari degli anni ’30 è Barry, il cane della famiglia Nicollier a Villeneuve.

milka
Cioccolato Milka Suchard

Nascita della mucca viola

La famosa mucca viola è il risultato di un’idea coraggiosa di Peter Schmidt, dell’agenzia Young & Rubicam, che all’inizio degli anni ’70 suggerì di utilizzare una mucca dello stesso colore della confezione per promuovere il cioccolato Milka. Suggerisce anche la razza, quella da spettacolo, la Simmenthal, per cui nel 1973 era già stato girato il primo spot pubblicitario televisivo con una mucca Simmenthal nel ruolo principale, tinta con una lacca viola, controllata dal veterinario dell’Istituto dell’Università di Zurigo. Ancora oggi, questa mucca bianco porpora sullo sfondo delle Alpi è il logo dell’azienda Milka.

mucca-milka
Mucca milka

curiosità correlate

Stay Connected

0FollowerSegui
0IscrittiIscriviti

Ultime curiosità