20.9 C
New York
venerdì, Luglio 19, 2024

Buy now

Perché le scarpe sportive hanno un foro in più per i lacci?

Vi siete mai chiesti perché le scarpe sportive hanno un foro piccolissimo che si trova ai lati, all’altezza della nostra caviglia, sopra quelli appositi? Quell’occhiello però non è casuale e non ha neanche uno scopo solamente estetico, ma si trova lì per una particolare funzione.

L’aggiunta del foro in più per i lacci delle scarpe sportive

scarpe da ginnasticaLa corsa può essere comoda solamente con delle scarpe sportive adatte a questa attività. Se guardiamo attentamente le scarpe da corsa, noteremo che hanno un foro aggiuntivo per i lacci. I fori nelle scarpe convenzionali sono fatti in linea in modo che le persone possano facilmente usarli. Le scarpe da corsa professionali, d’altra parte, hanno due fori aggiuntivi per i lacci.

Il nome di questi buchi è Islets. Questi fori aggiuntivi forniscono un blocco del tallone, chiamato anche blocco del laccio o anello del corridore. Quando queste scarpe sono effettivamente legate, mantengono il tallone saldamente in posizione, fornendo supporto e attenuando l’attrito aggiuntivo che può causare lesioni ai piedi. Il foro extra aiuta il piede a rimanere stabile e a non muoversi su e giù nelle scarpe.

Bloccare le scarpe con tutti i lacci allevia la pressione sulle gambe. La pressione viene assorbita dai lacci superiori delle scarpe. Ciò significa che maggiore è la pressione sui lacci, più il tallone rimane in posizione e non si muove all’interno della scarpa. Dall’abbigliamento alle scarpe, spesso tali articoli vengono creati per ragioni che non comprendiamo, ma sono estremamente importanti per le persone.

Perché le scarpe sportive sono importanti?

scarpe sportiveLa corsa stessa ha grandi benefici per la salute. Aumenta la capacità polmonare, aiuta a perdere peso e aiuta a ridurre la pressione sanguigna. Le buone scarpe da corsa sono essenziali perché:

  • Ammortizzano l’area mediana della pianta del piede dall’impatto del piede con il terreno;
  • Forniscono supporto;
  • Aiutano a prevenire le ferite;
  • Migliorano le tue prestazioni di corsa;
  • Riducono il peso sulle caviglie, sui talloni e sulle dita dei piedi;
  • Aiutano a prevenire e ridurre il dolore alla schiena, all’anca e al ginocchio;
  • Aiutano a prevenire l’insorgenza di tendiniti, dolori articolari e fratture da stress;

Una corsa efficace comporta un allenamento efficace. Non farai nulla di buono al tuo corpo se ti ferisci quando provi a correre. Le persone che hanno trascorso anni correndo in scarpe economiche o vecchie hanno scoperto che questa decisione era costosa per il loro corpo. I dolori alla schiena, al ginocchio e alle articolazioni sono ora qualcosa con cui convivono, desiderando di conoscere l’importanza di buone scarpe da corsa nei giorni in cui correvano.

Non esiste una scarpa “perfetta” per tutti. Solo perché il marchio di scarpe di un’azienda funziona bene per te una volta, non significa che quella marca di scarpe sarà sempre la più adatta a te. L’unica differenza tra scarpe da corsa per uomo e donna è proprio il design e i colori.

Curiosità sulle scarpe:

  • In Giappone, non è usuale entrare in una casa con le scarpe “dalla strada”. Le regole dell’etichetta della Terra del Sol Levante dicono che tali scarpe o stivali dovrebbero essere lasciati sulla soglia, e nell’abitazione è necessario indossare alcune pantofole da camera;
  • I fratelli Dassler fondarono un’azienda nel 1924 che divenne rapidamente uno dei leader mondiali nel campo delle calzature sportive. Tuttavia, dopo la Seconda Guerra Mondiale, litigarono e divisero l’azienda in due. Adolf chiamò la sua compagnia Adidas (da Adi Dassler) e Rudolph – RuDa (da Rudi Dassler), in seguito chiamandola Puma. La città tedesca, in cui hanno sede queste due aziende, è ancora divisa in due metà, i cui abitanti non tollerano se stessi;
  • Le prime scarpe da donna furono realizzate per la regina Vittoria di Gran Bretagna nel 1840;
  • Il paese considerato leader nella produzione di calzature è l’Italia. Più di 30.000 grandi e piccole imprese producono scarpe. Non per niente l’Italia è raffigurata sulla mappa del mondo sotto forma di un bellissimo stivale;
  • Si ritiene che le prime scarpe con tacco alto per le donne siano state inventate nel XVI secolo da Caterina de’ Medici, che ha così risolto il problema della sua piccola statura, prima di recarsi in Francia per sposare Enrico II di Valois.

curiosità correlate

Stay Connected

0FollowerSegui
0IscrittiIscriviti

Ultime curiosità