30.8 C
New York
sabato, Giugno 22, 2024

Buy now

Qual è il concerto più lungo di sempre?

Il mondo è pieno di eventi che cambiano il corso delle cose. Anche se sembra difficile da credere, in una chiesta in Germania è in corso un concerto iniziato ben 21 anni fa.

Il concerto iniziò il 5 settembre 2001, nella chiesa medievale di Saint Burchardi ad Halberstadt, situata a 200 chilometri da Berlino e se tutto va come previsto terminerà il 5 settembre 2640. La composizione artistica è suonata su un organo speciale ed è stata realizzata dall’americano John Cage. Non c’è nessun musicista ad eseguirlo, inoltre prosegue interrottamente 24 ore su 24 anche senza spettatori.

L’incredibile durata di 639 anni

L’americano John Cage morì nel 1992, all’età di 79 anni, e nel 1985 scrisse la partitura che rimarrà nella storia dell’umanità come “il concerto più lungo della storia”. L’intero evento è sostenuto dalla “John Cage” Organ Foundation. Il brano è intitolato Organ² / ASLSP (As SLow aS Possible) – (Il più lento possibile).

Il luogo, la durata e la data del concerto vennero decisi da un gruppo di compositori, alcuni dei quali avevano lavorato con Cage. Essi si trovarono in Germania in merito ad un simposio nel 1998.Tra i vari dibattiti sul brano di Cage e su quanto potesse durare un’esecuzione più lenta possibile e svilupparono così l’idea di una performance estrema. 

Si pensa che nel 1361 proprio nella romantica chiesa medievale di Saint Burchardi a Halberstadt,  venne costruito il primo organo moderno a tastiera da Nicolaus Faber. Presero inoltre come data il 1361, 639 anni prima della fine del 21 ° secolo pertanto la performance venne progettata per durare 639 anni.

Stabilirono inoltre che avrebbero avviato il concerto nel 2000, in data 05 settembre, anniversario della nascita di Cage, ma si poté dare inizio alla performance solo il 5 settembre dell’anno successivo, quello che sarebbe stato l’89° compleanno del compositore.

L’organo come strumento musicale

Nel 1985, quando John Cage scrisse la colonna sonora, che aveva un’unica indicazione: essere suonata “Il più lento possibile”. Il pezzo inizialmente venne pensato per il pianoforte ma quando successivamente lo rielaborò si rese conto che l’unico strumento musicale in grado di riprodurlo era l’organo, poiché si presta a un tale tempo.

Questo organo non è uno strumento standard, attivato da una tastiera. Le canne sintonizzate sulle note della partitura vengono aggiunte o rimosse man mano che il suono verrà modificato. Nessun organista è coinvolto: i pedali che azionano le canne sono azionati da sacchi di sabbia.

Ad ogni cambio di note viene organizzato un evento speciale, quasi una cerimonia, chiamata ‘Klangwechsel’,  (cambio di sonorità), al quale partecipano centinaia di spettatori provenienti da tutto il mondo.

Il concerto ha attirato migliaia di turisti

La cerimonia che accompagna ogni cambiamento è diventata un rito per gli amanti della composizione. Halberstadt è una città vecchia senza attrazioni turistiche, ma con l’apparizione del concerto oltre 140.000 turisti visitarono la città.

“È una sensazione unica partecipare ad un progetto artistico che collegherà generazioni e durerà così a lungo. A volte diciamo che è un progetto che ha bisogno solo di aria e tempo, ma abbiamo anche bisogno di soldi. Lo spettacolo pone domande filosofiche sul nostro rapporto con il tempo” ha affermato il sindaco della città, Andres Henke.

Top 5 concerti più lunghi della storia

  • Chilly Gonzales – Ciné 13 Théâtre – dal 16 al 18 maggio 2009

  • Grateful Dead – Winterland Arena di San Francisco – 6 ore

  • Manowar – Kaliakra Rock Festival – 5 ore e 1 minuto

  • Led Zeppelin – Boston Tea Party – 4 ore e 30 minuti

  • The Cure – Fore Sol di Città del Messico – 4 ore e 6 minuti

curiosità correlate

Stay Connected

0FollowerSegui
0IscrittiIscriviti

Ultime curiosità