24.4 C
New York
mercoledì, Giugno 12, 2024

Buy now

Quali città sono state sommerse dall’acqua?

La leggenda di Atlantide  è ben nota e persiste da migliaia di anni. Fu inventata da Platone 2.300 anni fa. Affermò che la vecchia civiltà era esistita 9.000 anni prima che esistesse ed era stata punita dagli dei per essere diventata egoista, avida e amorale, quindi fu inghiottita dal mare, la cui accuratezza non è nota.

Dalla leggenda di Atlantide alle città sottomarine

Mentre Atlantide è ancora una leggenda, al giorno d’oggi però ci sono vere e proprie città che, a seguito di calamità che non appartengono agli dei, hanno ormai raggiunto il fondo dei mari o dei laghi..

Lion City – Cina

Il lago Qiandao, si creò quando una valle nella provincia cinese di Zhejiang, venne inondata nel 1959 per la costruzione di una centrale idroelettrica e una diga. Circa 300.000 persone sono state reinsediate e la città di Shicheng, Lion City, è stata dimenticata. Fino al 2001, quando una spedizione guidata dal governo diede un’occhiata a ciò che era stato affondato e si imbatté in una capsula del tempo della Cina imperiale con edifici magnifici e riccamente decorati risalenti al 1300, ancora perfettamente conservati, con incisioni di draghi, fenici e leoni. Oggi, i subacquei esperti partecipano alle immersioni in questa Atlantide cinese.

Thonis-Heracleion e Alessandria d’Egitto – Egitto

La perduta Alessandria ha tante leggende e misteri intorno ad essa esattamente come Atlantide, solo che questa è reale. I resti di Alessandria si trovano a pochi metri dalla costa, il porto Thonis-Heracleion un po ‘più lontano dalla costa. Entrambi sono spettacolarmente ben conservati, considerando che le rovine hanno più di 2.000 anni e sono piene di vari naufragi, ancore gettate via, persino tesori d’oro persi e trovati. L’area vanta delle gigantesca statua di 6 tonnellate del dio di Nilo Hapi. Mentre il Thonis-Heracleion è accessibile solo ai subacquei, le rovine di Alessandria saranno presto visibili attraverso il proposto “Museo Archeologico Subacqueo di Alessandria”.

Baia Underwater Park – Italia

La maggior parte di noi conosciamo Pompei, la città romana vicino a Napoli, ma siamo in pochi a conoscere Baia che un tempo era circa tre volte più grande. Mentre Pompei veniva ricoperta di cenere vulcanica, Baia fu sommersa sott’acqua. I resti di 2.000 anni sono in buone condizioni, con molte statue intatte trovate, insieme a case e templi. La maggior parte della città si trova a una profondità di 6 metri, e alcuni di loro sono persino visibili sopra l’acqua. Il parco archeologico può essere esplorato in una sessione di snorkeling.

Pavlopetri – Grecia

Nel 1967, un oceanografo scoprì quelle che sembravano antiche rovine e un anno dopo gli scavi rivelarono la pianta di una città preistorica. Pavlopteri, dal nome di un vicino insediamento, è stata da allora promossa come la più antica città sottomarina, risalente all’età del bronzo e occupata dal terzo millennio al 1100 a.C. Situato a pochi passi da una spiaggia sabbiosa, lo stato in cui è conservato sembra essere un miracolo. La città è esistita fuori dall’acqua per circa 2.000 anni prima che fosse affondata dai terremoti.

Port Royal – Giamaica

Il 7 giugno 1692, un violento terremoto seguito da uno tsunami uccise 2.000 persone e sommerse la città di Port Royal in Giamaica. Un tempo chiamata “la città più malvagia della terra”, Port Royal era la patria dei veri pirati dei Caraibi e l’affondamento della città era considerato un atto divino. Ma ciò non ha fermato i pirati, che si sono semplicemente spostati lungo la costa.

curiosità correlate

Stay Connected

0FollowerSegui
0IscrittiIscriviti

Ultime curiosità