25.6 C
New York
domenica, Giugno 23, 2024

Buy now

Chi ha inventato il popcorn?

Il popcorn è il compagno del cinema. Molte persone non riescono a concepire di guardare un film senza avere accanto dei popcorn. Ma vi siete mai chiesti chi ha inventato questo “spuntino”, nella forma in cui lo conosciamo oggi e come è diventato così popolare e significativo per il cinema?

L’emergere del mais

La storia ci insegna che il mais è uno dei cereali più importanti. Per la prima volta iniziò a crescere in Messico, nella valle del Tehuacán. Gnel I secolo il mais divenne un alimento base in America. I popcorn più antichi, risalenti a mille anni fa, sono stati trovati in Perù e nello Utah (Stati Uniti). Dunque furono proprio gli abitanti del nuovo continente (indiani, inca, maya) a “inventarlo”.
In Europa il mais restò sconosciuto fino alla scoperta dell’America, quando i primi esploratori avevano osservato che gli indiani usavano il popcorn sia come alimento, sia per cospargerlo sui capelli come decorazione durante le cerimonie religiose.

Perché i popcorn scoppiano?

Il processo attraverso il quale i chicchi di mais si trasformano in popcorn è spettacolare ed è stato analizzato da due scienziati francesi: Emmaanuel Virot e Alexandre Ponomarenko. In base al loro studio, hanno scoperto che è tutta una questione di vapore acqueo nei chicchi di mais. Va notato che i popcorn vengono fatti con uno specifico tipo di mais, perché non tutti i chicchi scoppiano quando vengono fritti. I ricercatori hanno scoperto che ogni chicco di mais ha una composizione unica e come tale il processo di trasformazione in popcorn avviene in momenti diversi.

Immediatamente dopo che i chicchi di mais sono stati riscaldati, inizia il processo di evaporazione del vapore. Quando la temperatura aumenta, l’umidità nei cereali si trasforma in vapore. Dopo 100 gradi Celsius le cose iniziano a cambiare notevolmente e a 180 gradi Celsius quasi tutti i chicchi di mais si rompono e l’interno amidaceo aumenta di volume.

Abbiamo scoperto che la temperatura critica è di circa 180 gradi Celsius, indipendentemente dalla forma e dalle dimensioni del chicco di mais, ha affermato Emmanuel Virot, dell’École Polytechnique di Parigi

Gli scienziati hanno anche visto che la prima cosa che appare dopo che il chicco di mais si è rotto è una struttura chiamata “piede”. I dati studiati hanno mostrato che tutta l’energia calda viene trasmessa a questa struttura di amido. È così che il chicco di mais finisce per saltare in aria di qualche centimetro.

popcorn
Ingredienti per i popcorn: mais, burro e sale

L’idea dei popcorn al cinema

La pellicola fu inventata nel 1885, mentre la prima proiezione cinematografica, dei fratelli Lumière, è del 1895. Inizialmente, i proprietari dei cinema non concepivano la commercializzazione e il consumo di popcorn negli auditorium in quanto questi erano luoghi che imitavano i nostri teatri tradizionali, con un pubblico ricco e colto. “Avevano tappeti sul pavimento che erano troppo belli per schiacciare i popcorn su di loro”, dice Andrew Smith, autore del libro sulla storia dei popcorn, Popped Culture: A Social History of Popcorn in America. I film muti erano rivolti a un piccolo pubblico e nessuno voleva avere a che fare con la sporcizia nelle sale cinematografiche o il rumore inquietante dello scricchiolio dei popcorn mentre guardava il film.

A partire dal 1927, con l’aggiunta del sonoro ai film, le cose cambiarono. L’industria cinematografica ha ampliato il suo pubblico a milioni di spettatori a settimana. I clienti del cinema stavano per scoprire nuove possibilità di profitto, perché il suono dei film poteva coprire il rumore dei popcorn che scricchiolavano.

La Grande depressione in America degli anni 1929-1933 ha creato un’opportunità per i film e per i popcorn. Alla ricerca di un diversivo economico, il pubblico affollava i film e i popcorn erano l’unico lusso che la maggior parte delle persone poteva permettersi. I chicchi di mais erano un investimento economico anche per i fornitori. Di conseguenza, il conflitto tra proprietari di cinema e venditori ambulanti era inevitabile. I piccoli imprenditori hanno creato le proprie macchine per popcorn e venduto i popcorn agli spettatori all’esterno, prima che entrassero nei cinema. I popcorn erano diventati lo snack clandestino degli amanti del cinema.

Al di là del desiderio di mantenere le apparenze, i primi cinema non erano costruiti per ospitare macchine per popcorn, non avevano la ventilazione adeguata. Poi, poiché sempre più spettatori entravano nel film con il sacchetto di popcorn in mano, i proprietari non potevano ignorare questa opportunità finanziaria e hanno permesso ai venditori di vendere i loro popcorn all’ingresso del cinema per una tariffa giornaliera. I venditori hanno accettato la condizione poiché potevano vendere popcorn sia agli spettatori che ai passanti per strada.

Tuttavia, i proprietari dei cinema si resero conto che senza intermediari, i loro profitti sarebbero esplosi e installarono stand appositamente progettati nei cinema da cui gli spettatori potevano acquistare rinfreschi, popcorn e altri snack. Il periodo della Seconda guerra mondiale rafforzò il legame tra popcorn e cinema.

Attualmente, popcorn e film sono inestricabilmente legati. Il rapporto tra popcorn e film ha cambiato l’industria del popcorn stessa, non solo la nostra percezione di una serata al cinema ma anche a casa.

popcorn-film
L’importanza dei popcorn per il cinema

curiosità correlate

Stay Connected

0FollowerSegui
0IscrittiIscriviti

Ultime curiosità