23.4 C
New York
venerdì, Luglio 19, 2024

Buy now

Chi sono i Re rappresentati sulle carte da gioco?

Quante volte giocando a carte con gli amici, vi siete domandati se le figure delle carte rappresentassero personaggi davvero esistiti? Per le tradizioni francesi e anglosassone ognuno dei quattro semi delle carte ha il Re associato ad un sovrano realmente esistito: il re di quadri è Giulio Cesare, il re di cuori è Alessandro Magno, re di picche è Davide d’Israele ed il re di fiori è Carlo Magno.

Storia dei re rappresentati sulle carte

  • Il re di picche rappresenta il Re Davide: il secondo Re d’Israele, il successore di Saul e il padre di Salomone. Davide, valoroso guerriero, poeta e importante simbolo nelle tre religioni abramitiche: nella religione ebraica, Davide discende da Messia; nella religione cristiana Davide è l’antenato di Gesù, mentre nell’Islam Davide viene considerato un profeta.
  • Il re di cuori rappresenta Alessandro Magno: è stato uno dei primi grandi strateghi e leader militari della storia. Alessandro Magno governò la Macedonia tra il 336 a.C. e il 323 a.C. All’età di 32 anni, Alessandro era il padrone del più grande impero mai conquistato.
  • Il Re di fiori rappresenta Carlo Magno: re franco-longobardo e successivamente imperatore del Sacro Romano Impero, venne incoronato da Papa Leone III la notte del Natale dell’800.
  • Il re di quadri rappresenta Giulio Cesare: Molti storici lo considerano il primo vero imperatore romano. Era un leader politico e militare romano e una delle figure più influenti e controverse della storia. Il suo ruolo fu determinante per l’instaurazione della dittatura a Roma, la liquidazione della democrazia della Repubblica e l’istituzione dell’Impero Romano. Il 15 marzo del 44 a.C. Giulio Cesare venne brutalmente assassinato dai senatori Casio e Bruto.

Curiosità sulle carte da gioco:

  • Generalmente le carte da gioco sono rettangolari, in India esistono anche di forma rotonda;
  • Le prime carte da gioco sono apparse in India e Cina, in Europa sono arrivate 400 anni dopo, ovvero nel XIV secolo;
  • Inizialmente le carte da gioco erano incise su legno, con il passare degli anni furono stampate su carta;
  • Le carte più diffuse a livello internazionale sono quelle francesi, caratterizzate dai quattro semi: cuori, quadri, fiori e picche. In Italia le carte tradizionali rappresentano spade, coppe, denari e bastoni.

 

curiosità correlate

Stay Connected

0FollowerSegui
0IscrittiIscriviti

Ultime curiosità