24.4 C
New York
mercoledì, Giugno 12, 2024

Buy now

Cosa (non) serve per dormire bene?

Capita spesso che non si riesca a dormire bene la notte, senza saperne il perché. Alla base di una scarsa qualità del sonno, possono esserci fattori che alterano il normale ritmo sonno-veglia. Questi fattori, a volte, sono riconducibili a determinate patologie nascoste o a motivazioni diverse, come lo stesso luogo in cui si dorme. Una camera da letto in disordine, ad esempio, può compromettere la qualità del sonno. L’ente britannico Sleepcouncil, specializzato in ricerche, campagne ed iniziative sul sonno, rivela che dormire in una stanza disordinata e caotica, può condurre ad un sonno disturbato e, addirittura, può causare stati d’ansia. Quindi cosa (non) serve per dormire bene?

La camera da letto dovrebbe essere un “santuario” del sonno, cioè un luogo dedicato esclusivamente al riposo. Un posto in cui ci si calma, la mente si rilassa, il corpo si distende e tutto il resto rimane fuori dalla porta.

Dormire in una stanza disordinata può provocare nelle persone una maggiore stanchezza, oltre a contribuire ad aumentare lo stress e a peggiorare i disturbi mentali, come la depressione.
Anche secondo i ricercatori della St. Lawrence University di Canton (Usa), chi ha la tendenza ad accumulare, con stanze strapiene di roba, ci mette di più ad addormentarsi. Questo comporta una maggiore stanchezza il giorno successivo e, a lungo andare, la possibile comparsa di patologie. Le parole di una ricercatrice:

“Gli accumulatori compulsivi e le persone profondamente disordinate, di solito hanno difficoltà ad assumere decisioni e a svolgere compiti esecutivi. Si sa, che la mancanza di sonno influenza negativamente le facoltà cerebrali. Pertanto, se gli accaparratori hanno camere da letto ingombre o inutilizzabili, e letti meno confortevoli, il rischio di disfunzioni cognitive, depressione e stress aumenta, in concomitanza con il peggioramento della qualità del sonno”

Cosa non serve assolutamente

Quindi quali oggetti non dovremmo tenere in camera da letto? Scopriamoli insieme:

Documenti e lavoro
Portare il lavoro nel luogo del riposo, non va mai bene. Il lavoro è correlato inevitabilmente a stati di stress, più o meno accentuato, e all’ansia giornaliera. Si è tentati però di portare fogli e documenti in camera, per terminare qualche compito in modo più comodo… Ma non c’è niente di più sbagliato!

Pc, tablet e cellulare.
Molti viene l’abitudine di guardare lo smartphone, il tablet o il pc prima di dormire. Si tratta, però, di un’abitudine sbagliata, perché i raggi blu emanati dai dispositivi elettronici, recano fastidio al nostro orologio biologico. È bene tenerli in una stanza vicina, ma non in camera da letto. Anche se sono semplicemente attaccati alla presa del caricabatterie…

Cibi e bevande
Non va mai bene mangiare a letto, prima di dormire. O potremmo anche dire “Non va mai bene mangiare a letto”… Quest’attività influisce sul ciclo del sonno, anche perché stare sdraiati quando si ha appena mangiato, non fa bene alla digestione. Inoltre, lasciare il letto sporco di briciole, mette a dura prova il nostro inconscio, che non gradirà questa sensazione durante la notte.

Vestiti e scarpe
Tenere ordinata la stanza, quindi riporre i vestiti e le scarpe nell’armadio e nella scarpiera (che deve essere sempre pulita e ordinata), lascerà alla vostra mente, l’immagine di pulizia e ordine, che serve per sentirsi più in pace con i nostri doveri. Psicologicamente, questo è un modo di assicurarci una sorta di relax, che facilita il sonno, l’ansia e lo stress. Infatti, vedere continuamente vestiti sparsi, o sedie piene dei nostri cambi giornalieri, ci darà nel tempo, la preoccupazione costante di “doveri irrisolti”.

Cosa non servirebbe

Riviste e libri. Anche leggere prima di dormire è un’abitudine di molte persone, ma la presenza di libri o riviste vicino al letto, potrebbe disturbare il sonno. Lasciateli in una stanza adiacente.

Oggetti sul comodino. Avere un comodino pieno di oggetti non è l’ideale, perché la loro vicinanza mentre si dorme, può provocare fastidio. È bene sempre tenere poche cose sul comodino… soprattutto essenziali!

Oggetti di colori vivaci. Oggetti fortemente colorati, come di giallo, oppure di rosso o di colori vivaci, hanno un effetto stimolante. Questo non permette alla nostra mente di essere completamente tranquilla o rilassata. Evitate oggetti del genere, nella vostra camera da letto.

Sotto il letto
L’ordine dovrebbe regnare non solo nell’area circostante o dove posiamo gli occhi… Ma anche e, soprattutto, dove non li posiamo sempre. Sotto il letto si annida polvere e, spesso, è un luogo utile che funge da ripostiglio o porta-scarpe. Evitate di riporre cianfrusaglie, oggetti dimenticati, vecchie scatole! Vi permetterà di sfruttare meglio lo spazio, tenerlo più pulito e sgombro da inutilità.

Attrezzi da palestra
Chi fa fitness in casa, probabilmente lascerà in giro gli attrezzi da palestra, voluminosi e poco adatti alla quiete della stanza. Destinargli un ambiente appropriato, più indicato allo sforzo fisico, è utile perché la camera diventi il vero luogo della calma e della tranquillità.

Grazie per aver letto con noi “Cosa (non) serve per dormire bene?”

curiosità correlate

Stay Connected

0FollowerSegui
0IscrittiIscriviti

Ultime curiosità