30.8 C
New York
sabato, Giugno 22, 2024

Buy now

In quali paesi non si festeggia il Natale?

Quasi tutto il mondo si veste di rosso e bianco, mette ornamenti sulle porte e ovunque guardiamo possiamo ammirare l’immensità degli alberi addobbati: il Natale è la celebrazione più diffusa al mondo. Sebbene sia una festa religiosa, che commemora la nascita di Gesù a Betlemme, anche i non credenti si riuniscono per festeggiare, la vigilia di Natale o il 25 dicembre, con motivi diversi. Ma ci sono alcuni Paesi dove non solo non viene celebrato il 25 dicembre ma addirittura è proibito farlo. Le ragioni sono diverse, ma nella maggior parte dei casi il motivo è religioso.

Paesi che non celebrano il Natale:

  • Giappone – Non si celebra ufficialmente il Natale

Essendo un Paese non cristiano, il Giappone non celebra ufficialmente il Natale, ma ciò non significa che i giapponesi non siano stati conquistati dallo spirito delle vacanze. Lo celebrano nel loro modo culturale e tradizionale. Da qualche anno, grazie alla pubblicità della catena di fast food, Kentucky Fried Chicken (KFC), per i giapponesi è diventata una tradizione festeggiare il Natale in stile americano, mangiare pollo fritto il 25 dicembre.

  • Pakistan – la tradizione natalizia non viene rispettata

In Pakistan, dove l’islamismo è la religione di Stato, il concetto di Natale è troppo diverso da quello cristiano. Le differenze di cultura e tradizione hanno una grande influenza sulla celebrazione del Natale. Tuttavia, tutti i musulmani pakistani rispettano il mese sacro dei cristiani, ma non le tradizioni delle vacanze di Natale.

L’Arabia Saudita proibisce severamente di celebrare il Natale. Le persone non hanno nemmeno il diritto di acquistare oggetti o scambiarsi regali. La polizia del Paese nel mese di dicembre diventa più attiva per interrompere qualsiasi attività di questo genere. Inoltre nei centri commerciali non sono autorizzati a tenere oggetti relativi al Natale.

  • Iran – Il 25 dicembre non è un giorno di festa

L’Iran in origine era noto come la Persia, quindi è impossibile per loro ignorare completamente il Natale, ma ufficialmente non c’è festa il 25 dicembre. Ma la tendenza a celebrare il Natale è aumentata soprattutto tra i giovani in Iran che seguono le tendenze del mondo e hanno iniziato a condividere regali e decorare case.

  • Turchia – Il giorno di Natale è come qualsiasi altro giorno

La popolazione turca è prevalentemente musulmana. Quindi, il Natale non è una festa importante. Ci sono diversi posti a Istanbul, dove lo shopping natalizio può essere fatto e dove le persone possono andare a vedere decorazioni natalizie e alberi addobbati. Ma a livello nazionale, il giorno di Natale è come un altro giorno.

In Algeria, il 99% della popolazione appartiene all’Islam, e trattare questa festa cristiana con indifferenza è considerato un modo per esprimere la devozione all’Islam. Pertanto, in Algeria coloro che celebrano il Natale sono considerati strani. La comunità cristiana però può celebrare a piacimento, senza alcuna proibizione.

  • Maldive – il luogo dove i cristiani possono celebrare il Natale

La popolazione delle Maldive è musulmana al 99%, quindi è ovvio che le vacanze di Natale sono un po’ strane in questo Paese. Ma ancora una volta, non è vietato celebrare e la minoranza cristiana è rispettata. I cristiani celebrano il Natale alle Maldive, visitano le spiagge e le immersioni sono una delle attività più apprezzate in questo periodo.

  • Nepal – i residenti ignorano il Natale

In Nepal, il Natale non è altro che un altro giorno normale dell’anno. La popolazione qui è così indifferente che non sa nemmeno che nel resto del mondo le persone stanno celebrando qualcosa durante questo periodo.

  • Qatar – in pochi luoghi si può sentire lo spirito del Natale

Nel piccolo paese arabo, il Natale è generalmente celebrato dai cristiani che vivono qui, nei negozi le decorazioni festive sono disponibili. Poiché Doha è una città in mezzo a una distesa, la comunità cristiana sta crescendo, quindi anche il Natale sta guadagnando terreno. Ma le possibilità di trovare un vero albero di Natale sono minime. Solo chi arriva negli hotel a 5 stelle ha la possibilità di sentire la vera atmosfera natalizia.

  • Mongolia – le vacanze di Natale sono estranee agli abitanti

La Mongolia è buddista, quindi il 25 dicembre è solo un altro giorno dell’anno. La gente va al lavoro, i bambini vanno a scuola e non si cantano canti natalizi negli altoparlanti. In alcuni luoghi della capitale ulaanbaatar si possono trovare decorazioni natalizie, ma in generale questa festa è estranea ai mongoli.

  • Cina – la versione commerciale del Natale è celebrata solo nelle grandi città

Il Natale in Cina è solo un altro giorno lavorativo. Scuole, uffici e negozi rimangono aperti, ma dopo il lavoro i cinesi delle grandi città escono e celebrano a modo loro la festa tanto amata nel resto del mondo. La Cina è ufficialmente uno Stato ateo, quindi una volta le vacanze di Natale erano completamente proibite, insieme al cristianesimo. Ma mentre il governo impone ancora restrizioni contro l’osservanza della festa in stile occidentale, il paese è stato coinvolto nella febbre dello shopping.

La versione commerciale del Natale in Cina viene celebrata solo nelle grandi città ed è trattata più come San Valentino. È una giornata trascorsa con gli amici, non con la famiglia, e generalmente celebrata andando al cinema, facendo shopping o trascorrendo una giornata romantica con il tuo partner. Al di fuori delle grandi città, il Natale praticamente non esiste. Tuttavia, a Macao, Taiwan e Hong Kong, il Natale è una festa ufficiale.

  • Tunisia – i residenti ignorano le vacanze di Natale

Ci sono numerose opportunità per celebrare il Natale in Tunisia per coloro che lo desiderano, ma la popolazione che non è coinvolta nel turismo ignora completamente questa festa. Fondamentalmente, per i tunisini, il Natale è solo un’opportunità per fare soldi grazie ai turisti che vanno lì per trascorrere le vacanze invernali.

  • Egitto – Il Natale si celebra il 7 gennaio

Il Natale in Egitto è celebrato dal 15% della popolazione, rappresentata da cristiani. Ma poiché rispettano il calendario giuliano, il Natale viene celebrato il 7 gennaio, come in Russia o in Serbia.Natale

Altri paesi che non celebrano il Natale:

  • Afghanistan;
  • Algeria;
  • Azerbaigian;
  • Bahrein;
  • Bhutan;
  • Cambogia;
  • Israele;
  • Kuwait;
  • Laos;
  • Libia;
  • Mauritania;
  • Corea del Nord;
  • Oman;
  • Somalia;
  • Tagikistan;
  • Thailandia;
  • Turkmenistan;
  • Emirati Arabi Uniti;
  • Uzbekistan;
  • Vietnam;
  • Yemen.

 

curiosità correlate

Stay Connected

0FollowerSegui
0IscrittiIscriviti

Ultime curiosità