25.6 C
New York
domenica, Giugno 23, 2024

Buy now

Perché il cappello da chef ha 100 pieghe?

Nell’arte culinaria, il cappello alto o quello a forma di fungo viene chiamato Toque Blanche, apparve per la prima volta nel IX secolo, sulla testa dello chef francese Antoine Carême al servizio della corte di Giorgio IV del Regno Unito, il quale credeva che fosse meglio tenere i capelli e preferibilmente anche le gocce di sudore ben lontane dai piatti.
Il cappello specifico per assi nell’arte culinaria ha 100 pieghe e non si stacca dalla testa durante la cottura. Perché è bianco e da dove viene questa abitudine di indossarlo? Le spiegazioni sono incredibili.

Il fascinante motivo perché il cappello ha 100 pieghe

Per quanto riguarda le pieghe del cappello, si dice che il loro numero può arrivare fino a 100 ed è considerato un indice dell’abilità di chi lo indossa, rappresenterebbero infatti la conoscenza di almeno 100 modi diversi per cucinare le uova.  Nel 1800, il cappello bianco era un punto di vista comune nelle cucine e legato alla convinzione che il bianco simboleggiasse la pulizia.  Avere un cappello con 100 pieghe significava essere uno chef ideale.

Perché il cappello è alto?

Marie Antoine Carême, uno dei più grandi chef dell’800, indossava un cappello bianco alto 45 cm, era così imponente che aveva bisogno di un supporto di cartone. L’altezza della Toque Blanche ha una funzione igienico-sanitaria. Sia la forma alta, che quella di materiale di cotone piegato alla base, furono scelti dagli chef per evitare che si creasse troppa umidità sul cuoio cappelluto ed ulteriori odori della cucina tra i capelli. Inoltre il tessuto in cotone consente una migliore traspirazione ed il colore bianco permette lavaggi per un’ulteriore pulizia anche con la candeggina.

curiosità correlate

Stay Connected

0FollowerSegui
0IscrittiIscriviti

Ultime curiosità