24.4 C
New York
giovedì, Giugno 13, 2024

Buy now

Perché spuntano i brufoli?

Brutti, inutili ed odiosi, i brufoli spuntano sul viso sempre nel momento meno opportuno! Indipendentemente dalla zona del viso su cui ti appaiono, i brufoli sono sempre un incubo. Sfortunatamente, possiamo affrontare l’acne a qualsiasi età e non solo durante l’adolescenza. Solitamente, la causa principale della formazione dei brufoli è la presenza eccessiva di sebo, la cui produzione è essenziale per proteggere la pelle da agenti esterni, ma l’accumulo può contribuire alla formazione di punti neri e brufoli.

Come si formano i brufoli?

brufoloLa pelle è ricoperta da milioni di piccoli pori che si trovano a livello dei follicoli piliferi. I pori collegano la superficie della pelle a una ghiandola sottostante chiamata ghiandola sebacea. Ogni centimetro quadrato della pelle tra le guance e il naso contiene fino a duemila ghiandole sebacee. Ogni ghiandola è un potenziale brufolo… Questa ghiandola produce una sostanza oleosa chiamata sebo. Il sebo viene rilasciato continuamente, in piccole quantità, nei follicoli piliferi e nella pelle. Le cellule morte della pelle vengono anche trasportate con sebo in modo che possano essere lavate via.

Occasionalmente, la ghiandola sebacea produce troppo sebo. Il trabocco di olio può ostruire i pori. L’eccesso di olio e le cellule morte della pelle formano un tappo nella ghiandola. Questo poro si ostruisce di sebo, olio e possibilmente batteri. I batteri possono moltiplicarsi e portare ad un’infezione, gonfiore e infiammazione intorno al poro ostruito, cioè ad un brufolo. A questo punto i globuli bianchi e tutti gli anticorpi vengono in nostro aiuto attraverso i vasi sanguigni attaccando e e distruggendo i batteri. Questa battaglia tra globuli e batteri dà origine alla classica punta biancastra che contiene un liquido formato da batteri morti, anticorpi, acqua e sebo.

Cause dei brufoli

brufoliQuindi, per evitare l’emergere di brufoli, è importante mantenere la pelle pulita, utilizzare prodotti che rimuovono l’eccesso di untuosità e cellule morte, oltre ad avere una dieta sana, che riduce l’infiammazione della pelle e dovrebbe dare priorità al consumo di alimenti ricchi di omega-3, come salmone e sardine, così come il consumo di fibre. Inoltre i brufoli possono apparire sul viso, sulla schiena e sulle braccia, essendo causato da:

  •  Età

Nel periodo adolescenziale, principalmente tra i 12 ei 18 anni, è più comune che si formino brufoli, poiché in questo periodo c’è un aumento della produzione di ormoni androgeni da parte del corpo come il testosterone, che stimola la produzione sebo. Tuttavia, i brufoli possono insorgere a qualsiasi età, non essendo insolito l’apparizione nelle donne dopo i 30 anni, in questo caso viene chiamato acne tarda e può essere causato dai cambiamenti nella quantità di sebo o cheratina prodotta nella pelle o da un aumento dell’accumulo di batteri, per esempio.

  • Pulizia non corretta della pelle

Quando la pelle non viene pulita correttamente, i pori possono ostruirsi perché il grasso inizia ad accumularsi in essi, facilitando la formazione di punti neri e lo sviluppo di brufoli. Il viso deve essere lavato almeno 2 volte al giorno, la mattina e soprattutto prima di andare a dormire, per rimuovere lo sporco in eccesso accumulato sulla pelle durante il giorno. La pelle molto grassa può essere lavata anche fino a 3 o 4 volte al giorno.

schiacciare il brufoloPreferibilmente, dovrebbero essere utilizzati prodotti specifici per il tipo di pelle, orientati dopo la valutazione da parte del dermatologo. Un altro passo importante è la rimozione del trucco, poiché l’accumulo sulla pelle provoca l’intasamento dei pori e facilita la formazione di punti neri e brufoli, principalmente prodotti di bassa qualità prodotti da oli.

  • Alimenti che causano brufoli

Consumare cibi infiammatori come latte, dolci, carboidrati e cibi fritti, possono aumentare le possibilità di formare l’acne, perché alterano la produzione di ormoni e stimolano l’infiammazione della pelle e la formazione di brufoli. 

  • La presenza di una malattia ormonale

La sindrome dell’ovaio policistico è una malattia che aumenta la produzione di androgeni, che sono ormoni maschili che agiscono aumentando la produzione di olio attraverso la pelle, che può causare la produzione di acne.

  • Altri motivi

Alcuni farmaci possono causare reazioni infiammatorie cutanee con formazione di acne come effetto collaterale, e un esempio comune è l’uso di corticosteroidi e antinfiammatori. Anche l’eccessiva esposizione al sole può causare la formazione di brufoli, poiché le radiazioni UV possono accelerare l’infiammazione e la produzione di olio nella pelle, rendendo più facile produrre l’acne.

Come evitare i brufoli

Per evitare la comparsa di brufoli, dovresti prendere in considerazione alcune cose come:

  • Evitare dolci e cibi fritti, così come bevande alcoliche e gassate, in quanto ostacolano la digestione e danneggiano la pelle;
  • maschera per il visoAvere una dieta ricca di omega 3, zinco e antiossidanti come salmone, semi di girasole, frutta e verdura perché sono ricchi di sostanze importanti che aiutano a ridurre l’infiammazione della pelle;
  • Detergere la pelle con prodotti cosmetici per la pelle grassa due volte al giorno, mattina e sera, essendo che i saponi con acido acetilsalicilico sono una buona opzione;
  • Mettere una crema solare senza olio sul viso prima di truccarti, anche se hai già qualche fattore di protezione, per proteggere la pelle dagli effetti nocivi del sole;
  • Esfoliare delicatamente la pelle una volta alla settimana per rimuovere le cellule morte.

curiosità correlate

Stay Connected

0FollowerSegui
0IscrittiIscriviti

Ultime curiosità