25.6 C
New York
domenica, Giugno 23, 2024

Buy now

Qual è la vera storia del Grinch?

Il Grinch è tra le figure più popolari della cultura pop contemporanea. Lo è per un motivo ben chiaro: odia il Natale, le feste, le decorazioni, i canti natalizi, i regali. Secondo molti interpretato, il Grinch sembra rappresentare una critica verso l’ipocrisia dell’allegria natalizia “a comando”, verso quell’obbligo di sentirsi per forza felici solamente perché ci si trova in un periodo particolare dell’anno. Ma chi era il vero personaggio e a chi è ispirata la storia del Grinch?

Nascita del personaggio Grinch

creazione Grinch
Dr. Seuss al lavoro su “Come il Grinch rubò il Natale!” nel 1957

Il creatore del malvagio Grinch è lo scrittore e illustratore Theodor Seuss Geisel. Come dice lo stesso autore, l’ispirazione gli è venuta mentre era in vacanza. Ancor di più, la fonte d’ispirazione è lo scrittore stesso. Nello specifico, la mattina del 26 dicembre, mentre lo scrittore si stava lavando i denti, si guardò allo specchio e vide una smorfia poco piacevole. Come se qualcosa dentro di lui gli abbia fatto detestare il Natale. Racconterà poi: “Ho notato un aspetto molto da Grinch nello specchio. Ho realizzato che qualcosa era andato storto con il Natale. O più probabilmente, con me stesso“.

Per la prima volta il celebre personaggio, Grinch è apparso in una poesia illustrata. Fu pubblicata in un’edizione della rivista Redbook nel 1955. Due anni dopo, nel 1957, lo scrittore scrisse il libro “How the Grinch Stole Christmas! – Come il Grinch rubò il Natale!”, che fu pubblicato solo pochi mesi dopo, “è stato il libro più facile della mia carriera, tranne che per la sua conclusione” ha dichairato lo scrittore. Negli anni che seguirono, l’opera divenne una delle storie più lette e famose di Natale.

Theodor Seuss Geisel si è concentrato sulle sue frustrazioni per la commercializzazione del Natale. Nonostante il Grinch inizialmente voleva rubare il Natale, rovinando così le vacanze a tutti, alla fine viene sopraffatto dallo spirito natalizio e si rende conto di avere davvero un buon cuore.

“Il cuore del personaggio malvagio migliora, cresce notevolmente e si rende conto che le vacanze di Natale non sono così brutte come pensava”, scrive l’autore alla fine del suo libro.

Come diventò verde il Grinch?

film GrinchNel 1966, quasi 10 anni dopo la pubblicazione della storia, la famosa compagnia Warner Brothers realizzò i primi cartoni animati. All’inizio, il dottor Seuss era scettico, ma accettò di filmare la storia a causa della sua amicizia con lo sceneggiatore e produttore Chuck Jones. Quest’ultimo lo curò nei minimi dettagli, inoltre fu proprio lui a dare al Grinch il suo classico colore verde. Nel libro originale, era in bianco e nero, con delle sfumature rosa e rosso.

Inoltre, gli occhi del Grinch sono rossi, come simbolo di misantropia e amarezza, mentre alla fine diventano blu, testimoniando esattamente il cambiamento nel cuore e un apprezzamento del vero significato del Natale.

“How the Grinch Stole Christmas!” fu un successo sia per quanto riguarda i libri che i DVD, che continuano a raccogliere enormi incassi finanziari ogni anno, diventando così non solo una parte familiare del Natale, ma una parte fondamentale della cultura pop americana.

Successivamente, il Grinch, sarà protagonista di diverse altre storie, come per esempio Halloween Is Grinch Night (1977) e The Grinch Grinches the Cat in the Hat (1982), un musical nel 1994, il famosissimo film del 2000. Nel 2007 crearono anche un videogioco per Nintendo DS e un altro film d’animazione, nel 2018, in cui viene doppiato da Benedict Cumberbatch. storia grinch

 

curiosità correlate

Stay Connected

0FollowerSegui
0IscrittiIscriviti

Ultime curiosità