19.3 C
New York
sabato, Giugno 15, 2024

Buy now

Qual è l’origine dei croissant?

Lo scorso 30 gennaio è stata la Giornata internazionale del croissant. Una data che rende omaggio a uno dei pezzi di pasticceria più famosi al mondo. Gode di grande fama mondiale per il suo sapore delizioso e la consistenza croccante. Sebbene la maggior parte delle persone creda che il croissant sia nato in Francia, questo non è vero. In realtà la sua origine è a Vienna alla fine del XVII secolo, e ha una storia molto curiosa. 

La storia della mezzaluna

cornettoL’inizio di questo piccolo dolce ha radici viennesi e la sua storia risale alla fine del XVII secolo. Secondo gli esperti, nel 1683 gli ottomani, comandati dal gran visir Kara Mustafa, avanzarono lungo le rive del Danubio dopo aver conquistato Costantinopoli. Stavano conquistando i piccoli villaggi che avevano lungo la strada, tuttavia il loro obiettivo era quello di ottenere una seconda grande vittoria conquistando la città di Vienna. Quello che i turchi non sapevano era che si stavano dirigendo verso il loro destino, perché a Vienna li attendeva qualcosa che non avevano previsto: i panettieri viennesi.

Bene, all’inizio gli ottomani cercarono di assaltare la città, senza successo. Gli austriaci sembravano essere pronti a tutto, così dopo diversi tentativi gli ottomani decisero di cambiare la loro strategia. Dopo aver riflettuto a lungo, Mustafa decise che la strategia per conquistare Vienna era di farlo attraverso i tunnel. Sì, gli ottomani iniziarono a scavare tunnel per assediare la città di sorpresa. Fu lì che intervennero i fornai, e trasformarono questa storia di guerra nell’origine del Croissant.

La vittoria dei panettieri

croissantMa in che modo i panettieri hanno contribuito a vincere questa battaglia? La strategia degli ottomani era quella di scavare i tunnel durante la notte, al fine di salvare le mura che proteggevano la città. L’idea era di attaccare all’alba, quando nessuno se lo aspettava. Tuttavia, come abbiamo già detto, gli ottomani non avevano panettieri e non immaginavano che questi nobili operai iniziavano la loro giornata molto prima dell’alba. Quella mattina i fornai di Vienna sentirono strani rumori: erano gli ottomani che scavavano i tunnel. Notando ciò, i panettieri allertarono l’esercito, che si preparò diligentemente a tendere un’imboscata agli ottomani, costringendoli a dimenarsi. Ma cosa c’entra questo con l’origine del croissant? Diamo un’occhiata.

Vittoria in un kipferl

I viennesi riuscirono a evitare l’assalto e, dopo la sconfitta dei turchi, Giovanni III Sobiesky, il re di Lituania e Polonia, chiese ai fornai di fare panini a forma di mezzaluna, l’emblema dei turchi.  Infatti, i pasticceri viennesi chiamarono la loro invenzione kipferl, da cui deriva l’italiano cornetto, ancora lontano dal famoso croissant.

Ma come hanno fatto i croissant a diventare così famosi in Francia? Bene, decenni dopo il trionfo dei viennesi sui turchi, nel 1770, la principessa austriaca Maria Antonietta sposò il Luigi XVI. Maria Antonietta portò con sé la sua colazione preferita: kifli. I pasticceri francesi lo adottarono e lo migliorarono per creare quello che oggi conosciamo come croissant. Il re e la regina persero la testa per i rivoluzionari, ma il croissant continuò a regnare in Francia. Altri storici sostengono che divenne popolare quando un ufficiale austriaco, di nome August Zang, aprì una pasticceria viennese a Parigi intorno al 1839. In ogni caso, al giorno d’oggi sappiamo che un buon croissant è una delle cose migliori da vedere in Francia.

Perché tutti credono che il panino sia nato in questo paese? La parola “croissant” è francese e, inoltre, è stata utilizzata per la prima volta per definire questo pezzo di panetteria nel dizionario francese Littré nel 1863. Nel 1905 la ricetta del primo croissant fu pubblicata in Francia, e per tutto il XX secolo i francesi lo resero tradizionale nel loro paese. È vero che nel corso della storia i francesi hanno perfezionato la ricetta originale del croissant, ma non l’hanno inventata.CROISSANT

curiosità correlate

Stay Connected

0FollowerSegui
0IscrittiIscriviti

Ultime curiosità