20.9 C
New York
venerdì, Luglio 19, 2024

Buy now

Qual è stato il terremoto più forte della storia?

Improvvisi, potenti, a volte distruttivi. I terremoti sono da sempre al centro dell’interesse scientifico e popolare. La paura di un possibile terremoto devastante è una delle paure più comuni che attualmente stanno schiacciando milioni di persone. Soprattutto coloro che vivono in zone sismiche sono sempre preoccupati per l’incidenza di questi fenomeni. Ma dove è stato registrato esattamente il terremoto più forte del mondo? 

Il terremoto più forte della storia

Il 22 maggio 1960 alle 14.55 la città di Valdivia in Cile fu quasi distrutta dal terremoto più forte mai registrato al mondo: 9,5 gradi della scala Richter, morirono 10.000 persone e ha lasciato circa 2 milioni di persone senza una casa. Inoltre venne preceduto da un terremoto di 7,7 gradi Richter il giorno prima nella città di Concepción, 460 chilometri a nord.

Il Cile si trova in una zona conosciuta come l’anello di fuoco del Pacifico per i suoi frequenti terremoti ed eruzioni vulcaniche che sono dovuti allo scontro tettonico tra la placca di Nazca contro quella Sudamericana. Pertanto, questo paese sudamericano è considerato il più attivo al mondo a livello sismico. Tuttavia, il mega terremoto del 1960 è senza precedenti: alcuni studi hanno affermato che questo tipo di terremoti “giganti” si verificano una volta ogni 300 anni e generano profondi cambiamenti su scala planetaria.

sismografo terremoti

Il terremoto di Valdivia ha rilasciato una quantità di energia equivalente a 20.000 bombe atomiche, che ha poi generato uno tsunami con onde fino a 25 metri. Il terremoto ha scosso anche 1.000 chilometri di terra e mare ed è stato avvertito in luoghi remoti come le Filippine, le Hawaii e il Giappone. Così, gli effetti di quei 14 minuti di tremore sono durati per 22 ore e hanno causato la morte tra 16.556 e 20.007 persone e lasciato più di 2 milioni di senzatetto. L’epicentro del terremoto si trovava a quasi 60 km sotto il fondo dell’Oceano Pacifico e a più di 100 km dalla costa.

Il paesaggio della città di Valdivia cambiò drasticamente: il terreno affondò di quasi tre metri, i fiumi cambiarono il loro corso e alcune pianure divennero zone umide. Due giorni dopo il terremoto, il vulcano Puyehue eruttò e durò per diverse settimane vomitando vapore e cenere. Gli effetti del terremoto hanno anche causato tsunami che hanno spazzato il Pacifico, uccidendo 61 persone alle Hawaii, 32 nelle Filippine e 138 in Giappone.

terremoto

Altri terremoti:

  • 9,2 gradi – Alaska – 27 marzo 1964. Il terremoto dell’Alaska del 1964, noto anche come il Grande Terremoto dell’Alaska o il Terremoto del Venerdì Santo, causò 139 morti e più danni alle proprietà. Il movimento tellurico del terremoto di 9,2 gradi è durato quattro minuti e trentotto secondi, essendo il più forte registrato nella storia del Nord America;
  • 9.1 gradi – Isole Andamane, Sumatra – 26 dicembre 2004. Il terremoto nell’Oceano Indiano, con epicentro sulla costa occidentale di Sumatra, è stato tra i più disastrosi della storia. Le onde dello tsunami causate da esso hanno portato alla morte di 230-280.000 persone in 14 paesi. L’Indonesia è stato il paese più colpito, seguito da Sri Lanka, India e Thailandia. È stato il terremoto di più lunga durata registrato dai sismologi tra 8,3 e 10 minuti e ha causato lo spostamento dell’intero pianeta di almeno un centimetro;
  • 9.1 gradi – Tōhoku, Giappone – 11 marzo 2011. Prodotto vicino alla città giapponese di Sendai, situata sulla costa orientale del Giappone. Il terremoto ha causato onde di tsunami alte fino a dieci metri. Il terremoto è considerato il più grande nella storia giapponese. A seguito del terremoto, è stato dichiarato lo stato di emergenza nucleare in Giappone a causa di problemi alle centrali nucleari di Fukushima I e Fukushima II nella prefettura di Fukushima. Come risultato del terremoto, la NASA ha calcolato che il giorno è stato accorciato di 1,8 microsecondi a causa della rotazione accelerata della Terra. Sempre a causa di questo terremoto, è stato calcolato che il Giappone si è spostato di 2,4 m dalla posizione precedente;
  • 8.3 gradi –  Shaanxi, Cina –  23 gennaio 1556. Questo è il terremoto che ha provocato più morti nella storia, uccidendo circa 830.000 persone. Il sisma si è verificato in tarda serata, con le scosse di assestamento che sono continuate la mattina seguente. Una successiva indagine scientifica ha dimostrato che la magnitudo del terremoto era di circa 8.0 a 8.3, che non è vicino al terremoto più forte registrato. Tuttavia, il terremoto si è verificato nel mezzo di una zona densamente popolata con edifici e case mal costruiti, causando un numero enorme di morti.

curiosità correlate

Stay Connected

0FollowerSegui
0IscrittiIscriviti

Ultime curiosità