24.4 C
New York
giovedì, Giugno 13, 2024

Buy now

Quali alimenti prevengono la stitichezza?

La stitichezza è un problema comune, la causa principale è una dieta difettosa, con un consumo insufficiente di fibre, che porta a una defecazione rara. Ma ci sono alcuni alimenti che prevengono la stitichezza, poiché svolgono l’effetto opposto. Invece di asciugare, idratano l’intestino. Una dieta ricca di fibre e una buona idratazione, combinata con una semplice attività fisica praticata regolarmente, come camminare a ritmo sostenuto, è la chiave principale per disintossicare il corpo, migliorare la flora intestinale e combattere lo stress, un altro fattore aggravante della stitichezza.

Alimenti che prevengono la stitichezza

La stitichezza è la rara evacuazione – meno di 3 volte a settimana – delle feci. Per alcune persone, è un problema occasionale, mentre per altri diventa cronico. La dieta svolge un ruolo chiave nel corretto funzionamento del tratto intestinale. In caso di stitichezza cronica, che persiste per più di 6 mesi, sarà fondamentale ridurre o vietare alcuni alimenti, per quanto possibile, al fine di recuperare il normale transito intestinale.

Frutta e verdura fresca, cereali e prodotti integrali sono alimenti essenziali per ottenere una dieta ricca di fibre vegetali. Questi alimenti vengono strappati in acqua, aumentano il volume delle feci e accelerano il transito ottenendo un migliore comfort digestivo.

  • Avena e cereali integrali 

cereali avenaI cereali integrali possono fornire molte fibre alla nostra dieta, quindi consumarli quotidianamente migliora il nostro transito intestinale. Quelli che contengono più fibre sono: avena, segale e crusca di frumento. L’avena contiene una grande quantità di fibre solubili e insolubili e favorisce la circolazione del transito intestinale. È uno dei migliori alimenti che prevengono la stitichezza. Puoi mangiarlo con yogurt o composta per ottenere i migliori risultati. Tutti gli studi confermano i poteri curativi della crusca di frumento in termini di lotta contro la stitichezza e miglioramento della digestione. Una cura con crusca di frumento ha un potente effetto lassativo.

  • Acqua minerale

L’acqua è l’elemento fondamentale nei processi digestivi. Bere molta acqua minerale durante i periodi di stitichezza è essenziale in quanto è ricca di magnesio e ha un lieve effetto lassativo.

  • Legumi
fagioli neri
fagioli neri

I legumi in generale sono molto benefici per il corpo e aiutano efficacemente nella normalizzazione digestiva. Lenticchie, fagioli neri, ceci semi di lino favoriscono il transito intestinale e assorbono l’acqua nello stomaco. Inoltre, hanno un effetto soppressore dell’appetito. I fagioli neri contengono anche grandi quantità di magnesio e potassio, minerali che aiutano significativamente una buona digestione.

Con un ricco contenuto di fibre solubili, i semi di lino sono più che utili nella lotta contro la stitichezza. I semi di lino sono un’importante fonte di acido alfalinoleico, dalla famiglia dei benefici acidi grassi omega 3, una sostanza essenziale per la salute dell’organismo perché protegge la membrana cellulare. Secondo recenti studi, un consumo costante di semi di lino (50 grammi al giorno) riduce anche il colesterolo nelle persone affette da ipercolesterolemia (colesterolo alto).

  • Prodotti a base di latte fermentato

Tutti i prodotti a base di latte fermentato, latticello, yogurt o kefir, sono ricchi di probiotici, cioè batteri buoni per la salute dell’apparato digerente. Il kefir, ad esempio, è 10 volte più ricco di batteri benefici dello yogurt.

  • Kiwi, prugne, fichi e arance

Le prugne sono in cima agli alimenti per combattere la stitichezza. Sono buone sia fresche che secche. Le prugne sono un’ottima fonte di fibre e contengono uno zucchero chiamato sorbitolo che è la causa della produzione del loro effetto lassativo. In aggiunta, le prugne proteggono anche la mucosa intestinale.

kiwiI fichi forse sono meno conosciuto per combattere la stitichezza. Tuttavia, questo frutto ha effetti lassativi, protegge lo stomaco e previene problemi di stomaco come bruciore di stomaco o reflusso.

Il kiwi ha un alto contenuto di fibre che favorisce il transito intestinale grazie all’actinidia, un enzima che favorisce la digestione e previene i gas intestinali. È consigliabile sfruttare tutte le proprietà del kiwi e consumarlo a stomaco vuoto ogni giorno. Per migliorare ulteriormente queste proprietà è possibile mescolarlo con succo d’arancia.

L’azione delle arance ordinarie è tripla in caso di gonfiore e stitichezza: la vitamina C e le fibre stimolano la digestione, mentre il naringenin, antiossidante che aiuta ad abbattere i lipidi, è un distruttore di radicali liberi, antinfiammatorio e modulatore del sistema immunitario.

  • Frutta secca

Allo stesso modo, la frutta secca è ricca di fibre e sali minerali. A seconda della stagione, si possono consumare prugne, albicocche secche, fichi, noci o mandorle. Le mandorle esotiche sono ricche di fibre, proteine, grassi sani e magnesio, un minerale che stimola la digestione, annulla l’acidità dello stomaco e favorisce la defecazione.

  • Carote

La carota ha la particolarità che se consumata cruda facilita il transito intestinale, grazie alla fibra che trattiene l’acqua. Ma la carota cotta ha l’effetto opposto; tende a rallentarlo e promuove la stitichezza.stitichezza

curiosità correlate

Stay Connected

0FollowerSegui
0IscrittiIscriviti

Ultime curiosità