30.8 C
New York
sabato, Giugno 22, 2024

Buy now

Quali sono le tradizioni di Natale più strane del mondo?

Per molti italiani, la regola del Natale è rappresentata dall’albero, secondo la tradizione decorato l’8 dicembre, il presepe, la calza della befana, più recentemente il calendario dell’avvento e il cenone con la famiglia. Niente di troppo insolito. Ma non tutti abbiamo le stesse tradizioni. Vi siete mai chiesti com’è il Natale in diversi angoli del mondo o quali sono le tradizioni natalizie più strane?

Le tradizioni di Natale più “strane”:

Se in Italia, nonne e mamme cercano di preparare il pranzo o la cena di Natale più golosa di sempre, in Giappone, il Natale è equiparato a KFC. Tutto è partito da una semplice campagna pubblicitaria, nel 1974. Da allora, la stragrande maggioranza delle famiglie giapponesi ha preso d’assalto i ristoranti della grande catena di fast-food alla vigilia di Natale. Pertanto, durante questo periodo vengono venduti 10 volte più polletti rispetto ad un qualsiasi altro periodo dell’anno, ed i giapponesi per sicurezza prenotano la cena di Natale fino a due mesi prima.tradizioni natalizie in Giappone

In Catalogna i bambini vanno matti per il Tió de Nadal presente in moltissime case catalane durante il periodo natalizio. È un tronco lungo circa trenta centimetri, con due o quattro gambe sollevate e un ampio volto sorridente dipinto all’estremità superiore. A partire dalla festa dell’Immacolata Concezione (8 dicembre), il ceppo viene posto accanto al caminetto con una calda coperta.  La storia racconta che nei giorni che precedono il Natale, i bambini devono prendersi cura del tronco, mantenendolo caldo e nutrendolo in modo che possano “defecare” molti regali il giorno di Natale.

tradizione natalizia in Catalogna
Tió de Nadal

La notte della vigilia di Natale, le famiglie estoni scelgono uno strano modo di trascorrere questa celebrazione. Niente cenone con i parenti ma vanno tutti in sauna. Invece dei soliti brindisi, le classiche abbuffate e i giochi di società, il popolo estone da sempre opta per l’alternativa assai più buffa di passare ore ed ore nudi e sudati insieme e zii, nipoti e nonni. 

Mentre in tutto il mondo viene addobbato l’albero di Natale, in Ucraina è Halloween anche a Natale. I ragni e le loro tele sono viste di buon auspicio, in questo modo invece dei soliti ornamenti e lucine, l’albero viene decorato con ragnatele per assicurarsi benedizioni e buona fortuna per il prossimo anno. Questa usanza si basa su una leggenda che parla di una povera vedova che non aveva i soldi per decorare l’albero della sua famiglia. Dopo che i suoi figli, con immensa tristezza si misero a letto, alcuni ragni usarono le lacrime dei bambini per creare splendide e filanti ragnatele per decorare l’albero spoglio. Quando i bambini si svegliarono la mattina del Natale trovarono l’albero splendidamente decorato.

La vigilia di Natale in Norvegia è una notte molto superstiziosa, in quanto si pensa che questa sia la notte quando i spiriti maligni e le streghe provochino le persone. È una tradizione molto antica di quando la gente credeva che streghe e spiriti maligni uscissero la vigilia di Natale e cercassero scope con cui volare. Ancora oggi, le persone nascondono le loro scope nel posto più sicuro della casa, in modo che non possano essere rubate.

Nella regione di Oaxaca in Messico si svolge la “Noche de Rabanos”, cioè la notte dei ravanelli, un festival di arte che si festeggia ogni anno il 23 dicembre. Gli artigiani locali competono intagliando l’ortaggio dando forma a varie sculture. Oggi la migliore scultura è premiata con generosi premi in denaro, il che aiuta sicuramente la tradizione a non estinguersi.

tradizioni natalizie in Messico
Notte dei ravanelli in Messico

Il Natale in Groenlandia lo si festeggia con due ricette molto strane. Kiviak, questo piatto consiste in carne di gazza marina fermentata all’interno della pelle di foca. La pelle di foca può contenere diverse tipologie di uccelli e, una volta chiusa, viene fatta fermentare per circa sette mesi prima di Natale. Durante il periodo natalizio è tradizione dissotterrare il kiviak per poi mangiarlo rigorosamente crudo. Un altro piatto tradizionale è il mattak, che consiste in pelle di balena che viene servita con lo strutto.

La capitale del Venezuela ha una tradizione interessante durante il periodo natalizio. Le strade di Caracas sono chiuse alle auto la vigilia di Natale per consentire alle persone di raggiungere la chiesa con i pattini a rotelle. In una città così affollata, in questo giorno sono vietate le auto, così le persone si spostano sui pattini.

curiosità correlate

Stay Connected

0FollowerSegui
0IscrittiIscriviti

Ultime curiosità