30.8 C
New York
sabato, Giugno 22, 2024

Buy now

Quando è nata la Barbie?

Vi siete mai chiesti chi ha inventato la bambola Barbie? La bambola più popolare del mondo, amata da tutti, venduta a miliardi di bambine, interpretando ruoli diversi, vestita con costumi diversi.

Facciamo un passo indietro…

Negli anni ’50, una donna d’affari, Ruth Handler, viveva in California insieme al marito Elliot Handlere lavoravano insieme alla Mattel, azienda specializzata nella costruzione di case per bambole, che Elliot stesso aveva fondato insieme al suo amico Harold “Matt” Matson (da qui il nome Matt-El).

Un giorno Ruth nota che sua figlia Barbara preferisce giocare con immagini di attrici ritagliate dalle riviste, piuttosto che con le classiche bambole di legno dell’epoca. Fu allora che gli venne l’idea di cambiare qualcosa nel mercato delle bambole, ed iniziò ad immaginare una bambola con il corpo di una donna adulta con cui le bambine potevano giocare a “fare le grandi”.

Nel 1956 Ruth partì per un viaggio in Svizzera insieme a suo marito e i suoi due figli, Barbara e Kenneth. Durante una passeggiata, Ruth rimase sbalordita dalla bambola tedesca “Bild Lilli” popolare in Germania per la rappresentazione di un personaggio dei fumetti. Comprò tre bambole, una per sua figlia e le altre le portò in Amertica con l’intenzione di rielaborarle e metterle in produzione.

Gli Handler smontarono e analizzarono con attenzione le bambole comprate in Svizzera. Lavorarono molto per cambiare il design della bambola e le diedero un nuovo nome, Barbie, in onore di sua figlia Barbara.

La bambola fece il suo debutto all’American International Toy Fair di New York il 9 marzo 1959, data considerata anche il compleanno ufficiale della bambola Barbie. La prima bambola era conosciuta come la “Modella adolescente”, disponibile in due versioni, bionda o mora, con un’acconciatura a coda di cavallo, vestita con un costume da bagno in stile zebrato, sandali, occhiali da sole e orecchini. Era la prima bambola con un corpo di un adulto, soprattutto molto sexy.

Inizialmente non tutti erano entusiasti della novità, soprattutto le madri delle bambine. Durante un’intervista sui pareri della bambola, una mamma afferma “Io non vorrei girare per casa in quel modo e non voglio che possa influenzare la mia bambina”. Hadler, invece, era fiera della sua scelta, anche se mai avrebbe immaginato che la sua bambola avrebbe conquistato il mondo. Nel primo anno di produzione sono state vendute circa 350.000 bambole al prezzo di 3$ l’una.

I primi cambiamenti ed il modello più discusso della bambola

Il design di Barbie è cambiato ripetutamente, in particolare nel 1971, quando gli occhi sono stati fatti per sembrare dritti in contrasto con le versioni precedenti che avevano una vista laterale. Inoltre la bambola fu uno dei primi giocattoli ad avere una strategia di vendita basata in gran parte sulla pubblicità televisiva, Barbie fu presentata al Mickey Mouse Club, una delle trasmissioni più seguite di quell’epoca.

La bambola si è adattata negli anni a ogni principio di moda che arrivava da Parigi, e le bambine compravano vestitini da far indossare alle loro bambole secondo le ultime tendenze. Barbie fu presto affiancata da un fidanzato (Ken, “nato” nel 1961 e “mollato” nel 2004).

Tuttavia, c’è una controversia su questa storia che spicca. Le critiche alla bambola Barbie promuovono l’idea irrealistica dell’immagine corporea di una giovane donna, che porterebbe le ragazze a cercare di avere la figura della bambola e diventare anoressiche. Questo è anche noto come “Sindrome di Barbie”. Tuttavia, nel 1997, sono state apportate modifiche al design della bambola e le sue dimensioni sono state aumentate proprio per questi motivi.

I successi della bambola Barbie

La bambola è diventata simbolo culturale e ha ricevuto onorificenze rare nel mondo dei giocattoli. Nel 1974, una sezione di Times Square a New York fu ribattezzata “Barbie Boulevard” per una settimana. L’artista Andy Warhol ha creato un dipinto con Barbie nel 1985. Barbie ha debuttato in televisione con la sua serie “Barbie (1987)” ed è apparsa come personaggio secondario nei film “Toy Story 2” (1999)” e “Toy Story3” (2010)”. Nel 2013, il gruppo Sinlaku ha aperto un bar a tema Barbie chiamato “Barbie Cafe” a Taiwan.

Si stima che nel mondo siano state vendute oltre un miliardo di bambole. I prodotti Barbie non includono solo le bambole con vestiti e accessori, ma anche un’ampia gamma di prodotti a marchio Barbie come: libri, cosmetici, abbigliamento o videogiochi.

L’azienda Mattel stima che ci siano più di 100.000 collezionisti di Barbie. Il 90% sono donne con un’età media di 40 anni, che acquistano più di venti Barbie ogni anno. Il 45% è disposto a pagare fino a $ 1.000 all’anno per le bambole. Le bambole più costose sono quelle vintage, dato che una Barbie del 1965 è stata venduta per $ 17.000 in un’asta a Londra il 26 ottobre 2006.

curiosità correlate

Stay Connected

0FollowerSegui
0IscrittiIscriviti

Ultime curiosità